Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Sotto il nevischio di San Siro, la Lazio si conquista l’accesso alla semifinale di Coppa Italia battendo l’Inter ai rigori.

 

 

L’Inter continua anche oggi la sua campagna contro ogni sorta di discriminazione con tanti striscioni ed una coreografia posizionata sul secondo anello arancio. Spalletti sceglie il 4-3-3 con Miranda al centro della difesa insieme a Skriniar, le sorprese sono l’ex Candreva Gagliardini; 3-5-2 per Inzaghi che sceglie la qualità di Milinkovic-SavicLuis Alberto Correa. All’annuncio delle formazioni bordate di fischi hanno accompagnato il nome di Perisic. Nella prima fase della gara le due squadre si studiano e le occasioni da goal latitano. Intorno al quarto d’ora di gioco un cross di Joao Mario viene respinto male dalla difesa laziale, arriva Brozovic che prova il tiro a volo con palla che finisce molto alta. La Lazio lascia almeno inizialmente il pallino del gioco all’Inter, di contro i nerazzurri appaiono molto disordinati nello sviluppo della manovra. I biancocelesti ci provano in contropiede, Correa, tra i più attivi, serve Immobile che tira molto debolmente di piatto, passando di fatto la palla ad Handanovic. Ospiti per due volte vicini al vantaggio alla mezzora prima con il colpo di testa di Correa respinto dal corpo di Miranda, e poi col sinistro a volo di Immobile respinto in tuffo da Handanovic. Senza recupero, il primo tempo si chiude sullo 0-0 tra i fischi del pubblico di fede interista.

 

Embed from Getty Images

 

In avvio di ripresa si registra una bella uscita bassa di Handanovic che sottrae il pallone dai piedi di Immobile. Successivamente ci prova il subentrato Vecino ma la sua conclusione a giro finisce molto alta. Lazio in avanti col gran destro ad effetto di Luis Alberto respinto in corner dal portiere interista. Sugli sviluppi del corner sopracitato Handanovic si fa trovare pronto su un tiro da fuori di Lulic. La squadra di Spalletti perde tantissimi palloni in uscita, il cambio Vecino-Gagliardini non produce i risultati sperati; i tifosi nerazzurri continuano a fischiare. Bella azione dei laziali con una combinazione a tre Luis Alberto-Immobile-Milinkovic che porta il serbo al tiro centrale bloccato in due tempi dal portiere interista. Tentativo dalla distanza di Joao Mario che impegna Strakosha, sulla respinta Candreva a porta semivuota calcia fuori. Candreva cerca di farsi perdonare con bella azione personale: l’ala numero 87 parte dalla sinistra, dribbla due uomini e calcia di poco a lato; primi applausi per lui. I padroni di casa sfiorano il goal alla mezzora: cross di Politano per Vecino che spedisce di poco sopra la traversa. Al 43′ Immobile serve il neo-entrato Caicedo in profondità lanciandolo a tu per tu con Handanovic che salva l’Inter con un miracolo. Nei minuti di recupero saltano tutti gli schemi e al 48′ è l’altro portiere a superarsi sul sinistro a volo di Politano, sulla ribattuta Lautaro Martinez scivola e calcia alto. Nessuna rete neanche dopo il secondo tempo regolamentare, si va ai tempi supplementari.

 

Embed from Getty Images

 

Nel primo supplementare si registra un’occasione per parte e poco altro: colpo di testa di Icardi bloccato da Strakosha e sinistro debole di Caicedo neutralizzato da Handanovic. Dopo 105 minuti di gioco si è ancora sullo 0-0, le squadre sono molto stanche. Al 3′ del secondo supplementare Immobile porta in vantaggio la Lazio grazie ad un tiro deviato che si infila lentamente nell’angolino; l’assist è stato di Felipe Caicedo. I nerazzurri provano a pareggiare con un destro di Nainggolan che però impatta male il pallone che termina in curva. All’11’ Asamoah entra diritto sul piede di Milinkovic-Savic e viene espulso, ma l’arbitro, dopo aver visionato il fallo al V.A.R., cambia la sua decisione e si limita ad ammonire il ghanese. Al terzo minuto di recupero Milinkovic-Savic atterra D’Ambrosio in area di rigore ma Abisso concede la punizione dal limite; interviene di nuovo il V.A.R. che assegna il calcio di rigore. Dal dischetto Icardi trafigge Strakosha che indovina il lato ma non riesce a parare; finisce 1-1 e si va ai calci di rigore.

 

Embed from Getty Images

 

Dagli 11 metri segnano BrozovicImmobileIcardiParoloCedric Soares, Acerbi, sbagliano Lautaro Martinez Durmisi. Sul 3-3 Strakosha para il penalty centrale di Nainggolan Lucas Leiva manda la Lazio in semifinale segnando il rigore decisivo.

 

Embed from Getty Images

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications.    Ok No thanks