Roma-Inter finisce col risultato di 2-2, grande gara di D’Ambrosio, Brozovic così così, Icardi è il solito killer.

 

Embed from Getty Images

 

Roma ed Inter ieri si sono affrontate a viso aperto e hanno pareggiato 2-2 dopo una gara molto godibile che poteva finire con qualsiasi risultato. Tutto sommato i nerazzurri possono avere qualche rimpianto per non aver approfittato delle difficoltà dei romanisti in diversi frangenti della gara, specialmente quando si trovavano in vantaggio 1-2. Diamo i voti agli uomini di Spalletti.

 

HANDANOVIC 6.5: si fa trovare sempre pronto sulle numerose conclusioni dei romanisti rispondendo sempre bene, qualche volta potrebbe anche provare a bloccare il pallone. Non può far nulla né sul sinistro di Under, né sul rigore di Kolarov, nonostante si fosse buttato dal lato giusto.

D’AMBROSIO 7: grande partita dell’esterno italiano che difende bene e realizza splendidi cross come raramente ha fatto in maglia nerazzurra. Suo è l’assist per il goal di Keita, suo è anche il filtrante che mette Icardi quasi a tu per tu con Olsen; ci pensa Manolas a salvare i suoi spostando il capitano interista con una spallata al limite del regolamento. Rischia tantissimo sgambettando Zaniolo in area nel primo tempo.

SKRINIAR 6: gara da senza infamia e senza lodi per la coppia di centrali interisti, l’Inter subisce più occasioni del solito.

DE VRIJ 5.5: meno brillante del solito, colpisce soprattutto quando si fa superare da Schick sull’azione che ha portato al palo di Florenzi.

ASAMOAH 6: prima gara in cui il ghanese spinge sulla sua fascia e fa partire diversi cross interessanti, ma nella ripresa cala come parecchi suoi compagni. Il goal arriva dalla sua parte e nasce da un’incomprensione con Keita su chi doveva marcare Under.

JOAO MARIO 6: è un giocatore diverso da Vecino, garantisce più fluidità di manovra rispetto all’uruguagio ma molto meno interdizione. Prova sempre a giocare il pallone ma non sempre gli riesce bene, qualche volta espone i suoi a qualche rischio di troppo.

BROZOVIC 5.5: prestazione a due facce quella del centrocampista croato, realizza l’assist per il goal di Icardi e serve una gran palla allo stesso capitano che però calcia su Olsen. Ma genera il rigore romanista che porterà al 2-2 finale allargando il braccio e finendo per colpire un pallone che non sembrava così pericoloso, anche se probabilmente il movimento è stato istintivo.

BORJA VALERO 6: come al solito difficilmente spreca i palloni che passano dai suoi piedi, gioca una gara sapiente ma si spegne alla distanza.

KEITA BALDE’ 6.5: sigla il primo goal della gara a coronamento di un gran primo tempo in cui si rende protagonista anche di altre conclusioni non andate a segno. Si spegne letteralmente nella ripresa, ha qualche colpa sul goal di Under.

ICARDI 6.5: nel primo tempo fa un errore non da lui tirando su Olsen, nel secondo si smarca molto bene sul corner e segna il goal del 1-2. Prova a rendersi utile anche fuori area gestendo bene diversi palloni.

PERISIC 5: non è in forma, ci si domanda quando si deciderà a tornare ai suoi livelli dato che in questa stagione non lo è mai stato. Non incide in attacco, prova a farlo in difesa, è l’unico esterno che si impegna in fase difensiva, ma gli si chiede molto di più.

POLITANO 5.5: il grande escluso entra male dato che inizialmente non riesce a saltare Kolarov, ma cresce col passare dei minuti e va vicino alla rete con un tiro respinto da un difensore.

LAUTARO MARTINEZ s.v.

VECINO s.v.

 

(Fonte immagine in evidenza: pagina Facebook F.C. Internazionale)

Print Friendly, PDF & Email