Juve Stabia l’editoriale di Stabiamore, traguardo raggiunto

 

Juve Stabia – Gianfranco Piccirillo dell’associazione Stabiamore racconta il pareggio contro il Cerignola che vale un piazzamento ai play off:

Novellino riesce a raggiungere l’obiettivo dei play off, al quale ha dimostrato sempre di credere dal momento in cui è tornato sulla panchina dello Stabia proprio per prendersi quello che solo un’ingiusta penalizzazione aveva tolto la passata stagione. Il tecnico stabiese sceglie Vimercati in difesa, Gerbo a centrocampo e Pandolfi e D’Agostino in attacco, sostenuti da Ricci, che già con Colucci faceva l’equilibratore nel 4 3 3. Lo Stabia passa dopo circa dieci minuti in vantaggio, grazie a Dell’Orfanello, che si libera bene sulla fascia sinistra e serve splendidamente la palla all’accorrente Silipo, che al volo con un perfetto destro beffa Saracco, una conclusione sporca che diventa un pallonetto imparabile. Subito dopo c’è una punizione pericolosa dal limite per l’Audace Cerignola di Pazienza per un fallo di Vimercati non sfruttata, ma Barosi è costretto a parare una conclusione da lontano, cominciando la serie di parate, che caratterizzano questa gara incerta e ben giocata da entrambe le squadre
A metà primo tempo arriva il raddoppio dello Stabia sugli sviluppi di un angolo battuto dalla sinistra da Scaccabarozzi con una mischia in area pugliese, nella quale interviene in spaccata Caldore che devia alle spalle di Saracco.

Il Cerignola pure riesce ad essere pericolosissimo nell’area stabiese con una mischia, ma dopo una bella parata di Barosi l’attaccante della squadra pugliese mette alto sulla traversa e poi Sainz-Maza di destro spreca un’altra occasione. Pandolfi nel finale di tempo si libera bene al limite dell’area di rigore, ma praticamente consegna la palla a Saracco con un tiro debolissimo. L’arbitro assegna un lungo recupero nel quale prima vi è la più bella parata di Barosi sul cannoniere Malcore in piena area di rigore e proprio negli ultimi secondi il gol del Cerignola con un tiro di Capomaggio da circa trenta metri che stavolta sorprende il portiere stabiese. La ripresa comincia con gli stessi ritmi sostenuti del primo tempo e con addirittura maggiori occasioni, soprattutto da parte del Cerignola, che si rende subito pericoloso dopo una palla persa da Vimercati a centrocampo, con Malcore che rapidamente si porta alla giocata offensiva e Barosi costretto ancora una volta ad un Intervento provvidenziale. Silipo è l’unico che cerca di impegnare a sua volta Saracco.con conclusioni dal limite, mentre ancora Capomaggio colpisce di testa su azione di angolo e Barosi compie un’altra deviazione importante. Gli animi si riscaldano in campo e in panchina e vengono espulsi prima Ciro Ferrara, vice allenatore dello Stabia e poi il tecnico, ex calciatore di Napoli e Juventus, Michele Pazienza, per proteste nei confronti dell’arbitro, apparso a volte non convincente nel punire le azioni fallose di entrambe le squadre. Nel frattempo i tecnici provvedono ai cambi e Novellino prima inserisce Carbone per Gerbo, apparso finalmente in una gara accettabile e poi Rosa e D’Agostino al posto di Ricci e Silipo, rinviando alla prossima stagione il debutto dei tanti giovanissimi della primavera, che si era portato in panchina a partire dall’ottimo Mario Aprea, scegliendo Maselli per l’ultimo cambio per fare riposare il capitano Scaccabarozzi.

Il Cerignola davvero le prova tutte per raggiungere il pareggio e dopo un altro paio di parate importanti di Barosi lo raggiunge nel finale su iniziativa di Achik sulla sinistra ed errore del generoso Altobelli, che non riesce a rinviare, favorendo il temibile Malcore, che dopo la tripletta dell’andata segna pure al Menti il gol del pareggio, che lo Stabia fa bene a difendere nel recupero perché per una serie di fortunati risultati sugli altri campi, clamorosamente assicura il decimo posto, che vale comunque la qualificazione agli spareggi play off promozione, nel tripudio del Menti e la giusta soddisfazione di Novellino, autentico eroe della squadra nelle ultime cinque giornate per la sua determinazione a raggiungere un risultato che sembrava impossibile anche ai più ottimisti tifosi stabiesi. Il calcio come la vita spesso consegna quello che toglie ingiustamente e così Novellino, dopo aver dovuto rinunciare agli spareggi conquistati sul campo la scorsa stagione per la penalizzazione di due punti, conquista per il rotto della cuffia e con un poco di fortuna i play off, che peraltro nel primo turno dovrà disputare proprio sul campo dell’avversario tignoso di oggi, l’Audace Cerignola, che termina in quinta posizione un ottimo campionato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Angri un nome nuovo di calciomercato

Angri arriva Mădălin Țandără il comunicato della società L’Unione Sportiva Angri 1927 comunica l’acquisto dal 1 luglio 2024 delle prestazioni sportive dell’attaccante Mădălin Țandără in...

Italia tutto in una notte

  Italia la Nazionale di Luciano Spalletti si gioca praticamente tutto contro la Croazia. Fare risultato andrebbe a garantire il passaggio al prossimo turno. Italia una...

Andrea Dossena è il nuovo allenatore della SPAL

  Andrea Dossena con un passato importante da calciatore è il nuovo allenatore della SPAL. Lo ha annunciato la società con un comunicato : S.P.A.L. comunica...

Mariano Gargiulo racconta il momento alla corte della ShedirPharma Sorrento

Mariano Gargiulo parla del momento e della prossima stagione La ShedirPharma Sorrento è una realtà consolidata che punta sulla crescita di giovani talenti. Classe 2002,...

ULTIME NOTIZIE

Italia tutto in una notte

PUBBLICITA