Register
A password will be e-mailed to you.

Juve Stabia, Marzorati con il Nastro Rosa

Focus sul difensore delle vespe, oggi vogliamo parlare di Lino Marzorati, con il titolo di una popolare e meravigliosa canzone di Lucio Battisti, il rosa e’ il titolo della canzone, il rosa e’ anche il colore della maglia e con il suo carisma e con la sua classe le vespe sognano di indossare alla fine del giro quel colore simbolo della vittoria:

Esperienza, tanta esperienza con l’entusiasmo di un esordiente. Si può riassumere così l’anno di Lino Marzorati, uno dei protagonisti assoluti della stagione della Juve Stabia. Arrivato praticamente un anno fa a Castellammare con l’etichetta di vincente ,il buon Lino non tradisce la critica ed in poco tempo diventa uno dei punti fermi della difesa . Puntuale nelle chiusure, sempre perfetto negli anticipi, il difensore dimostra fin da subito la sua infanzia qualità. Per chi non lo sapesse, Marzorati ha calcato palcoscenici molto importanti, quelli della massima serie. Cresciuto nel Milan delle meraviglie e dei campioni interzionali, esploso poi ad Empoli Dove ha fatto benissimo scrivendo pagine importanti nella terra Toscana. Con Troest forma un pacchetto di difesa niente male, una retroguardia che farebbe invidia ai team di Serie B. Troest è il suo gemello biondo, Vitiello la garanzia ed Allievi il giovanotto che ha grinta da vedere e sicuramente anche qualcosa da apprendere da questi giocatori con lo score importante. La stagione di Marzorati è sicuramente da voti alti in pagella e sicuramente la sua classe risulterà decisiva nel cuore del campionato. Questo giocatore inoltre è un esempio, infatti spesso, non al meglio della forma e con qualche problema fisico, è sempre sceso in campo stringendo i denti come i capitani che guidano il gruppo sulle montagne del Giro d’Italia. Non conosciamo l’arrivo in salita della Juve Stabia ma Lino Marzorati ci sarà per provare a portare a a casa quella maglia rosa che tanto manca alla Castellammare di Stabia sportiva.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi