Juve Stabia: Un incrocio di destini in una strana storia

Oggi vogliamo raccontare una storia molto poetica, come direbbe il Principe dei Cantautori, Francesco De Gregori, in una sua popolare canzone, ossia raccontare la storia di due calciatori che sono passati alla Juve Stabia e che a distanza di anni sono rimasti molto legati alla Citta’ Delle Terme.

 


I protagonisti di questa storia sono il Portiere Antonio Santurro ed il Difensore Samuele Romeo, ruoli diversi, citta’ diverse, Parma e Palermo che hanno giocato insieme nella Juve Stabia nell’anno in cui, le vespe allenate da Pancaro Prima e Savini poi, vennero scippate a Bassano di un sogno, di una gioia sul campo.
Santurro ha poi ritrovato la Juve Stabia da avversario con la maglia del Melfi prima e del Siracusa poi, fermando spesso i sogni delle vespe.

 

Romeo e’ rimasto a Castellammare di Stabia anche nella stagione successiva per poi giocare in giro per l’Italia, Santurro poco tempo fa, fermava la Roma allo Stadio Renato Dall’Ara, perche’ per chi non lo sapesse, il portiere fa parte del Bologna nella massima serie.
Fatta questa breve premessa, torniamo alla nostra storia, a quelle storie che amano il popolo Stabiese, i due calciatori sono rimasti molto legati alla piazza di Castellammare di Stabia. Santurro quando puo’ , viene a trovare i tanti amici, lui, innamorato della Citta’ delle Terme , è presente, libero dagli impegni in estate ed anche in inverno.
Stesso discorso o quasi per Romeo, il difensore Palermitano, ha sempre dimostrato affetto per la Juve Stabia, pezzo importante della sua carriera, ed inoltre e’ anche legato in maniera sentimentale alla citta’, tanto per mettere altra benzina su questo racconto.
Innamorati di Castellammare, ex Juve Stabia, si, gli ingredienti per una favola calcistica e non, ci sono tutti.Samuele ed Antonio, Antonio e Samuele, Castellammare vi vuole bene!

Foto Facebook/ Juve Stabia

Print Friendly, PDF & Email