Da Caivano alla Juve Stabia, passando per Torino fino all’Inter!

Focus di giornata dedicato a Danilo D’Ambrosio, oramai punto fermo dell’Inter:

D'Ambrosio

Ci sono storie che meritano di essere raccontate ed una questa e’ sicuramente quella di Danilo D’Ambrosio, cresciuto a Caivano, in compagnia del Gemello Dario. Chissa’ quante partite da piccoli avranno disputato insieme?
D’Ambrosio muove i primi passi calcistici nel settore giovanile della Salernitana per poi andare a Firenze, un breve passaggio al Potenza ed alla Juve Stabia, arrivera’ la sua consacrazione definitiva.
Danilo gioca bene ma in questa stagione le vespe retrocedono in maniera clamorosa. La stagione 2009-2010 la inizia da perno della fascia destra e va anche in rete il 6 settembre 2009 in Juve Stabia-Barletta 4-1 con un euro goal dalla distanza. Le sue gesta iniziano ad arrivare anche al nord Italia ed il Torino decide di farlo vestire subito con la maglia granata.
Esordisce in Serie B il 16 gennaio in Torino-Grosseto (4-1) conquistandosi il posto da titolare e segnando anche un gol il 20 marzo in Modena-Torino (0-2)

Il 18 marzo del 2012, D’Ambrosio sfida il suo passato, il Toro di Ventura fa tappa al Romeo Menti, lui giochera’ pochissimo in quella partita e sul campo nasce un pareggio giusto. I granata volano in massima serie e D’Ambrosio diventa un punto fermo ed uno dei giocatori piu’ amati dal popolo granata.
Nel gennaio 2014 il difensore viene acquistato dall’Inter e piano piano inizia ad entrare nel cuore dei tifosi, difensore abile sulla destra che ha imparato a giocare sulla fascia sinistra, difensore dal vizio del goal, da ricordare anche la zampata che per l’Inter ha significato il ritorno in Champions League dopo diversi anni. Il popolo nerazzurro lo coccola ed adesso anche la Nazionale Italiana inizia con frequenza e meritatamente a chiamarlo in Nazionale. Questo e’ Danilo D’Ambrosio un personaggio che non ha bisogno di presentazioni.

Print Friendly, PDF & Email