Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Juve Stabia-Potenza termina 1-2, seconda sconfitta stagionale per le Vespe che abbandonano la competizione. Ecco le parole dei protagonisti.

 

 

Ecco le dichiarazioni del tecnico della Juve StabiaFabio Caserta:” Non sono mai soddisfatto quando si perde. Premetto che non è mai facile, perché ho schierato qualche giocatore fuori ruolo, come Mezavilla che ha giocato difensore centrale, qualcuno che ha giocato poco e qualcuno che aveva qualche problemino fisico, Di Roberto era reduce da un infortunio alla caviglia; ma era giusto premiare tutti, perché si stanno allenando tutti bene. Non mi è piaciuto l’atteggiamento, ma non è il risultato di una sola gara a cambiare il mio giudizio, anche se l’atteggiamento non deve mai cambiare. Non eravamo il Real Madrid prima e di conseguenza non siamo da buttare ora. Preferivo vedere altro. Le sostituzioni sono state fatte solo per scelta tecnica, ci siamo messi a 3 in difesa nel secondo tempo. All’intervallo non mi sono fatto sentire, perché i giocatori sanno quello che voglio e quindi non ce n’era bisogno. Oggi soprattutto il primo tempo non mi è piaciuto, abbiamo abbassato troppo l’attenzione, ma non deve succedere perché la mentalità passa anche da partite come queste. Finalmente hanno preso una decisione definitiva sul campionato di Serie C, ora anche la Viterbese può iniziare il campionato, spero che non succeda più nulla. Il Potenza è una buona squadra che ha cambiato allenatore rispetto allo scontro in campionato. Non meritava di perdere contro la Sicula Leonzio ed è formata da ottimi giocatori. L’unica cosa che rimprovero ai miei è il calo della soglia di attenzione. In campionato ci sono altre squadre più attrezzate di noi per contendersi la vittoria finale, noi non dobbiamo guardare la classifica ora, il nostro obiettivo non è vincere il campionato. Paponi veniva da un piccolo infortunio e non mi sembrava opportuno farlo partire dall’inizio. Bisogna dare l’opportunità di giocare a tutti per fargli prendere il ritmo partita, perché verrà il momento in cui ci sarà bisogno anche di chi gioca meno e tutti devono essere sempre pronti. Il derby con la Casertana sarà una partita molto difficile, è un derby molto sentito, c’è bisogno di una grande Juve Stabia per vincere, dobbiamo cercare di fare meno errori possibile. Noi finora abbiamo dimostrato di poter fare bene con tutti. È un banco di prova importante per dare continuità; è troppo presto per dare altri giudizi sul campionato”. 

 

 

Queste sono, invece, le parole dell’allenatore del Potenza, Giuseppe Raffaele:” Sono contento della conferma del livello raggiunto dalla mia squadra. Posso solo dire bravi ai miei ragazzi. La Juve Stabia aveva cambiato molti uomini giustamente, ma è assolutamente merito nostro se non ha giocato al 100%. Nel secondo tempo però la Juve Stabia ha giocato bene e mi ha dato buone impressioni, può fare veramente un ottimo campionato. Anche noi abbiamo lasciato inizialmente diversi titolari a riposo, ma in attacco la coperta era corta e ha dovuto giocare chi ha già giocato anche sabato scorso. Avevo preparato la gara per fare una bella partita e per fare risultato, cosa che è successa. Ora ci tocca affrontare il Catania, cercheremo di rendergli la vita difficile. Sono arrivato quando la mia squadra aveva totalizzato solo 2 punti in 4 gare e accusava una sorta di depressione calcistica, ma siamo riusciti ad uscire dalla crisi, questo risultato è un’altra conferma. Ringrazio Caserta per gli apprezzamenti, ma dobbiamo migliorare la nostra situazione di classifica che è ancora deficitaria”. 

 

 

La parola passa poi ad Alessio Leveque, centrocampista del Potenza, autore del primo goal:” In settimana stiamo lavorando bene ed i risultati si vedono. Credo che il cambiamento del nostro (dei giocatori, ndr) atteggiamento abbia inciso più rispetto al cambio di allenatore. Non badiamo alla forza degli avversari quando scendiamo in campo, pensiamo solo a far bene a prescindere dagli avversari. Dedico il goal alla mia famiglia. La preparazione di questa gara non è cambiata in virtù della gara del fine settimana col Catania, sapevamo di dover giocare”. 

 

 

Infine in conferenza stampa, arriva Alessandro Mastalli, autore dell’unica rete stabiese:” Bisogna affrontare bene tutte le partite, oggi abbiamo affrontato male la gara. Peccato perché potevamo passare il turno. Ora pensiamo subito al campionato. C’era bisogno di metterci di più oggi, ho cercato di farlo capire ai miei compagni fin da quando il mister mi ha inserito, sarei voluto entrare prima, ma va bene così. La mia intesa con Melara è molto buona, mette dei cross fantastici, anche oggi è stato precisissimo occasione del mio goal, poi sono stato bravo io a capire dove sarebbe andato il pallone. In vista del derby con la Casertana di sabato prossimo, le motivazioni sono grandi sia per noi che per loro. Noi siamo reduci da un pareggio ed una sconfitta, ma giochiamo a Castellammare e credo che le motivazioni maggiori siano le nostre. In un campionato ci possono essere alti e bassi e in base alla nostra reazione a questo momento si vedrà che squadra siamo. Se riusciremo a vincere dimostreremo che siamo una grande squadra, il derby sarà un test importantissimo per noi”. 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi