Napoli-H.Verona 1-1, il giorno dopo

Napoli-H.Verona 1-1, la squadra di Gattuso non sfonda e gli azzurri sono fuori dalla Champions League. Il pensiero post gara di Gianfranco Piccirillo:

Napoli-H.Verona 1-1,Nell’ultima gara del campionato decisiva per la qualificazione nella zona Champion la squadra di Gattuso sceglie di attuare come a Firenze una tattica attendista e sferrare gli attacchi decisivi nell’ultima parte della ripresa. Nel primo tempo dove compare clamorosamente ancora Bakayoko nella formazione iniziale e anche El Chucky Lozano al posto di Politano si segnalano solo due occasioni importanti per il Napoli, una di Insigne che sfiora il palo e l’altra proprio del messicano che tira alto sulla traversa. La squadra di Juric si pone come aveva annunciato in modo coriaceo per fare risultato e a preoccupare la difesa azzurra sono soprattutto Lazovic e la bestia nera Kalinic, che dopo aver estromesso qualche anno fa il Napoli dalla finale di Europa League col Dnipro ha contribuito seppur parzialmente anche a portarlo fuori dall’Europa che conta, con un paio di azioni particolarmente pericolose nel primo tempo.

Fino all’angolo che ha portato al gol dell’ex di Rrahmani, il Napoli non ha cambiato atteggiamento, giocando in modo poco incisivo ed esponendosi alle ripartenze degli avversari. Anche il gol è stato frutto di un’azione confusa con Osimhen, che sovrasta forse fallosamente un difensore e Rhamani che in due tempi scaraventa in rete e confuse e nervose sono anche le reazioni delle panchine, costringendo l’arbitro a prendere provvedimenti sanzionatori nei confronti dei due tecnici. Il Napoli anche in vantaggio continua ad esprimersi in malo modo fino a prendere il pari su un lancio lungo di Gunter dopo un recupero del portiere di riserva Berardi, fatto entrare da Juric nella ripresa, che mette il capitano Faraoni in condizione di depositare in rete il diagonale del pareggio.

Gattuso fa entrare Politano per Lozano e poi anche Mertens e Rui per Zielinski e Hysaj e solo da questo momento aumentato le occasioni, anche se non si vede per nulla un gioco limpido e lineare. Ceccherini salva sulla linea su Bakayoko, che poi rischia la doppia ammonizione e Mertens e Insigne provano a cercare la giocata risolutoria. Gattuso inserisce Petagna per Bakayoko e comincia l’assedio finale degli azzurri, che protestano in modo vibrante per un fallo in area apparso chiaro su Mertens, che l’arbitro e il var non giudicano come tale.

Dopo quest’episodio il Napoli non riesce ad andare oltre un tiro da fuori di Politano, mentre anche il Verona reclama un rigore per un fallo su Zaccagni, subendo l’attacco finale all’ultimo minuto di recupero con il colpo di testa di Petagna, che colpisce il palo esterno. È stata una bruttissima partita che il Napoli non è riuscito a vincere perché ha giocato male a cominciare da un centrocampo senza nerbo e geometrie, che inspiegabilmente Gattuso ha privato di Demme, aumentando nel finale il numero di attaccanti, senza dare loro la possibilità di essere serviti in modo razionale. Ci sono le colpe di calciatori che hanno dimostrato di non essere maturi per grandi risultati così come il tecnico Gattuso, che va apprezzato per la rimonta di cui ha reso protagonista la squadra dopo le situazioni difficili della sua malattia, il covid e i gravi infortuni di Osimhen e Mertens, ma che può essere considerato ormai un altro allenatore inadatto ad allenare il Napoli. Ora bisogna ricostruire il futuro senza i soldi della Champions e per il presidente Delaurentiis è venuto il momento di dimostrare qualcosa di importante per la piazza.

Segui sul web


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Politica Castellammare: comunicato stampa del coordinamento del PSI stabiese

Mentre la Città di Castellammare di Stabia si prepara alla proclamazione del nuovo Sindaco Luigi Vicinanza, che si terrà il 14 giugno alle ore...

Conseguire una laurea in Napoletanità, oggi si può. Ecco come

Conseguire una laurea in Napoletanità non è mai stato così semplice ed affascinante. Grazie alla Libreria Giamburrasca e al Comitato Azzurro Pompei, gli appassionati della cultura partenopea potranno finalmente ottenere il prestigioso titolo

Napoli, importante operazione antidroga che coinvolge anche anche il Molise

Un'importante operazione antidroga denominata "White Cat" ha portato ieri mattina all'arresto di sei persone, di cui cinque in carcere e una ai domiciliari, per...

Catania arriva Toscano per la panchina

  Catania grande colpo in panchina. Arriva Mister Domenico Toscano. Il dettaglio Catania Football Club rende noto di aver definito l’intesa con il signor Domenico Toscano,...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA