" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Troppo Napoli per il Bologna che subisce sette reti dagli azzurri in una serata magnifica per i partenopei e assolutamente da dimenticare per i rossoblu

La partita

Nel primo tempo succede di tutto, il manto verde del Dall’Ara diventa un’arena n cui 22 gladiatori si dano battaglia e gli azzurri ne escono vincitori. Parziale di 1-4, nessuno poteva immaginarlo al termine di 45 minuti. subito Hamsik di testa, seguito a ruota da Insigna. Due gol spettacolari con assist al bacio di Callejon, prima, e Zielinski, poi.

In mezzo alla doppietta di Mertens (uno su punizione magistrale ed uno su azione con Mirante fatto sedere e saltato), il Bologna ha usufruito di un rigore con Destro, parato da Reina, grazie a due minuti di follia di Callejon, che si fa ammonire per un tocco da pallavolista in area e poi si fa espellere dopo appena due minuti perchè scalcia Nagy per un fallo di reazione. Sulla punizione dai 18 metri realizzata da Mertens, Masina è stato espulso per fallo sullo stesso belga lanciato a rete.

Nel secondo tempo il tema della partita non cambia e il Napoli continua a macinare bel calcio. Sale in cattedra Marek Hamsik arrva a 109 regalando altre due perle con due tiri che si insaccano all’incrocio dei pali. Il primo con un tiro a giro su assist delizioso di Mertens, che salta avversari come birilli, il secondo con un tiro di precisione dopo azione personale al limite dell’area. Mirante incolpevole su entrambi. Nel finale Mertens semina i difensori del Bologna e porta a tre le marcature. Due triplette, chi porterà il pallone a casa? In realtà, entrambi sono stati visti col il pallone sotto al braccio all’uscita del campo.

I cambi a centrocampo

Nel Napoli entrano Allan per Diawara e Rog per Zielinski e il tema non cambia mai. Questa è la vera forza del Napoli di quest’anno. Un centrocampo ricco, giovane e forte. Mertens si conferma a livelli altissimi con una tripletta da urlo e vetta dei cannonieri, mentre Insigne è tornato a giocare un buon match dopo San Siro e dopo essere stato il peggiore col Palermo. Annata a intermittenza.

La classifica

Il Napoli si conferma il migliore attacco, mentre conquista il secondo posto in attesa di Roma-Fiorentina che si giocherà martedì prossimo. Il Bologna è in acque tranquille, ma adesso Roberto Donadoni e lo staff dirigeniale dei felsinei dovrà lavorare soprattutto sulla testa della squadra dopo una sconfitta subita sena troppa reazione.

Il Dall’Ara si tinge d’azzurro, lo stadio di Bologna canta “Un giorno all’improvviso”.

Tabellino Bologna-Napoli 1-7

Reti: Hamsik (N) al 4′, Insigne (N) al 6′, Mertens (N) al 33′ e al 43′, Torosidis (B) al 36′ p.t.; Hamsik (N) al 25′ e al 29′, Mertens (N) al 44′ s.t.
Bologna (4-3-3): Mirante (35′ s.t. Da Costa); Torosidis, Maietta, Oikonomou, Masina; Pulgar, Nagy, Dzemaili; Krejci, Destro (22′ s.t. Petkovic), Rizzo (dal 1′ s.t. Verdi). (Sarr, Gastaldello, Mbaye, Donsah, Taider, Sadiq, Di Francesco). All. Donadoni.
Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Maksimovic, Ghoulam; Zielinski (28′ s.t. Giaccherini), Diawara (17′ s.t. Allan), Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne (34′ s.t. Rog).(Sepe, Rafael, Strinic, Chiriches, Koulibaly, Maggio, Jorginho, Pavoletti, Milik). All. Sarri.
Arbitro: Massa di Imperia.
Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami