Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Ecco cosa è successo nel 20′ turno di Premier League

Mentre in quasi tutti i paesi del mondo calcistico, ci si riposa o si riprendono gli allenamenti, in Inghilterra in questo periodo il calendario si infittisce, offrendo ai tanti appassionati tanti match, distribuiti in diversi giorni, alcuni di questi, di cartello, come Tottenham-Chelsea di ieri.

La 20′ giornata di Premier League è stata inaugurata, Lunedi, alle 13:30, dallo scialbo pareggio a reti bianche, al Riverside Stadium, tra Middlesbrough e Leicester City, partita con pochissime occasioni, tanti errori, e pareggio più che giusto. Il programma è continuato con le sfide delle 16:00, che hanno visto: il WBA travolgere in rimonta l‘Hull City per 3-1 (risultato che è costato la panchina a Mike Phelan), il Liverpool non andare oltre il pareggio contro un buon Sunderland, che grazie a due rigori, trasformati da Jermain Defoe ha due volte rimontato i gol dei Reds, punteggio finale, 2-2, il City vincere a fatica in casa contro il Burnley, per 2-1, in 10 uomini per una buona ora di gioco, per l’espulsione di Fernandinho, da segnalare il bellissimo gol di Aguero, entrato dalla panchina, e l’Everton che a Goodison Park vince nettamente per 3-0 contro i Saints.

Alle 18:15 la partita più importante del Lunedi di Premier, West Ham contro Manchester United, due squadre in risalita, ci si aspettava una grande partita, non è stato cosi, grazie a Mike Dean, che ha gentilmente rovinato la partita, estraendo al 15′ del primo tempo, un cartellino rosso senza senso a Feghouli, spianando la strada alla sesta vittoria consecutiva dello United di Mourinho, che grazie ai gol di Mata ed Ibrahimovic (in posizione irregolare), riesce a vincere 2-0, all’Olympic Stadium di Londra.

Si è continuato con le partite di Mercoledi, Bournemouth-Arsenal alle 20:45, partita al cardiopalma, in cui i Gunners hanno rimontato in meno di 30 minuti il triplo vantaggio delle Cherries, con Giroud che al 92′ firma il definitivo 3-3, partita segnata dai tanti errori dell’Arsenal nei primi 50 minuti, soprattutto di Bellerin, da alcune decisioni dubbie del direttore di gara, e dalla buonissima prestazione degli uomini di Eddie Howe, messi in difficoltà nel finale dall’espulsione di Francis. Alle 21:00 altre due partite, Stoke City-Watford, vinta dai padroni di casa per 2-0, grazie alle reti di Shawcross e Crouch e Crystal Palace-Swansea, con la vittoria per 1-2, fondamentale in chiave salvezza dei gallesi.

Ma la partita, decisamente, più importante è stata quella di ieri sera, al White Art Lane, Tottenham-Chelsea, un derby sentito da entrambe le tifoserie, due grandi squadre, gli uomini di Conte cercavano di eguagliare il record dell’Arsenal di 14 vittorie consecutive, il Tottenham di continuare la risalita in classifica. Pochettino ed i suoi ragazzi hanno regalato una notte magica ai tifosi degli Spurs, grande prestazione e grande vittoria, 2-0, doppietta di un fantastico Dele Alli, 7 gol nelle ultime 4 partite, conditi da due meravigliosi assist di Eriksen, Conte torna a perdere, ma il campionato resta nelle sue mani, almeno per ora.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi