Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Gli Hammers controllano la prima frazione e passano in vantaggio con Carroll ma è una illusione. Nella seconda, si assiste alla rimonta Tigers, prima targata Robertson e poi Ranocchia che decide il match. The Great Escape is on.

La sfida dell’andata è rimasta impressa nella mente a tanti tifosi dell’Hull, un 1-0 immeritatissimo con rigore generoso e tre pali colpiti. Era il momento quindi di prendersi la rivincita, specialmente se torna il tanto odiato (prima amato) Robert Snodgrass, passato agli Hammers nella sessione di Gennaio. Marco Silva, causa squalifica di Huddlestone, è costretto a cambiare e a passare a un 5-2-1-2 con Markovic trequartista, alle spalle di Hernandez e Niasse. Bilic schiera un 4-2-3-1 proprio con Snoddy, Ayew e Feghouli a supportare Carroll.

IL MATCH: Pronti via, e arriva la prima ammonizione per Fonte che sgambetta Hernandez. Poco dopo arrivano i fischi per Snodgrass, al primo tocco di palla. Partita già caldissima, il West Ham inizia benissimo e al 14′ un cross dalla destra trova Snodgrass libero (fuorigioco nettissimo), lo Scozzese sciupa colpendo malamente di testa. La rete è nell’aria e arriva quattro minuti dopo, Cresswell crossa dalla sinistra, Davies manca la palla, Carroll è libero di controllare e sparare a rete. Cinquantesimo goal in Premier per il Big Man.

Hull in piena difficoltà, prova su errore di Randolph a trovare il pari, lo stesso portiere rimedia. Gli Hammers per poco non trovano lo 0-2, il tiro di Lanzini è respinto da Jakupovic che conferma il suo grande stato di forma. La prima frazione, non regala più emozioni e finisce così.

Silva, decide subito di cambiare il confuso Davies per l’ala Grosicki. Si passa quindi a 4-2-3-1 con Hernandez più arretrato. Il copione cambia subito, infatti adesso è l’Hull a fare la partita e trova subito il pari. Markovic avanza dalla destra, scambia con Hernandez, passa a Grosicki che vede l’inserimento di Robertson, il sinistro è chirurgico. Settimana fantastica per il piccolo scozzese, ha saputo che diventerà padre e segna la sua prima rete in Premier League.

I Tigers sono infermabili e al 60′ N’Diaye da un rimpallo si trova libero, il tiro finisce sul palo, sulla ribattuta arriva Grosicki che prova a piazzarla ma finisce a fil di palo. Al 66′ Snodgrass viene sostituito e si sente un boato dalla North Stand. Silva decide di cambiare Hernandez e N’Diaye per Henriksen e Maloney, rendendo la squadra più offensiva. Proprio il Norvegese, all 82′ a tentare il super goal, palla a lato. Maloney riesce a guadagnarsi l’angolo. Grosicki lo batte, Ranocchia anticipa tutti e di testa incorna in rete. Prima rete in maglia Ambra nera e in Premier per il nativo di Assisi.

Nei minuti restanti, l’Hull si difende perfettamente e porta a casa una vittoria importantissima.

Tigers imbattuti negli ultimi sette match al KCOM, intanto Marco Silva ha già fatto più punti di Mike Phelan…se fosse arrivato prima il Portoghese…

TABELLINO: 

HULL CITY: Jakupovic; Robertson, Maguire, Davies (45′ Grosicki), Ranocchia, Elmohamady; Clucas, N’Diaye (79′ Maloney), Markovic; Hernandez (79′ Henriksen), Niasse.

WEST HAM: Randolph; Byram, Fonte, Collins, Cresswell (68′ Masuaku); Kouyaté (90+2′ Calleri), Lanzini, Feghouli, Ayew, Snodgrass (66′ Fernandes), Carroll.

MARCATORI: Carroll 18′ (WH) Robertson 53′ (HC), Ranocchia 85′ (HC)

AMMONITI: Fonte, Carroll (WH), N’Diaye, Niasse (HC)

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications    Ok No thanks