Accedi
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
Home

La nuova Salernitana di Ventura batte per 3 reti ad una il buon Catanzaro di Auteri e passa al terzo turno in cui affronterà il Lecce, compagine neopromossa in serie A.

I granata sono scesi in campo davanti ai 6000 spettatori di un Arechi infuocato, non tanto per le presenze sugli spalti quanto per l’afa insostenibile di metà agosto. In ogni caso i padroni di casa si sono spesi al massimo per regalare ai propri sostenitori la prima gioia della stagione. Ed ,effettivamente, la squadra dell’ex CT è apparsa già in palla, dopo appena venti giorni di preparazione.

Ventura ha proposto un 3-5-2 molto elastico con Kyiine e Lombardi che hanno ben interpretato il ruolo di esterni di centrocampo; in difesa Byllong è stato affiancato dal greco Paro e dal polacco Yarozynscky ed ha già dimostrato un discreto affiatamento con i propri  compagni di reparto.In avanti, invece Jallow e Gianetti hanno lasciato intravedere buone trame di gioco.

Quest’ultimo è apparso particolarmente ispirato ed é stato autore di due goal, il primo dei quali di pregevole fattura. Anche le incursioni di Jallow sono apparse di una certa efficacia e proprio da una sua azione é scaturito il rigore per fallo di mano sulla linea di porta e che ha consentito a Kyiine di portare in vantaggio i suoi dal dischetto.

Il Catanzaro, ben messo in campo da Auteri e che sicuramente reciterà un ruolo da protagonista nel campionato di terza serie, ha poi macinato gioco ma nella prima frazione di gioco non si é reso particolarmente pericoloso. Sarà invece la Salernitana a trovare il raddoppio con una bella giocata di Gianetti, saliente imbeccato in area dal funambolico Jallow. Si va quindi al riposo sul 2-0 per i granata.

Nella ripresa si continua con lo stesso copione: il Catanzaro prova a fare gioco ma i campani,quando ripartono in contropiede,fanno più male. Colpiscono infatti il palo con Jallow ed arrivano al 3 a 0 con Giannetti, servito dal neoentrato Akpa Akpro.

Sul 3-0 accademia dei granata che sfiorano più volte il 4-0. Eppure ,sul finale,è la squadra ospite a trovare il goal della bandiera, dopo aver battuto a sorpresa una rimessa laterale.

Finisce così 3-1 per la Salernitana e finalmente dalle tribune piovono applausi e non più fischi. Mister Ventura può dirsi soddisfatto per il lavoro svolto sinora.

Si attende l’ingresso in squadra di Cerci e, probabilmente, l’arrivo di altre due pedine che dovranno completare la rosa e rendere la squadra sempre più competitiva. Intanto domenica si giocherà contro il Lecce.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi