Register
A password will be e-mailed to you.

Alla fine Manolo Gabbiadini è tornato alla “base”. Dopo le non fortunate esperienze a Napoli e Southampton, l’attaccante bergamasco, dopo quattro anni esatti, è tornato nell’ambiente che lo ha lanciato e nella squadra in cui è stato assoluto protagonista dal 2013 al 2015 con 50 presenze e 19 reti in totale.

Il comunicato ufficiale

La società blucerchiata ha ufficializzato il nuovo acquisto con un comunicato pubblicato sul proprio sito: Gabbiadini è stato acquistato a titolo definitivo dal Southampton e ha firmato un contratto quadriennale con scadenza al 30/06/2023. Il giocatore ha già effettuato le visite mediche e si è aggregato alla squadra, in ritiro in vista della sfida di sabato a Marassi contro il Milan, per gli ottavi di finale di Coppa Italia.

Entusiasmo per un ritorno fortemente voluto

Intervistato da SampTV,  Gabbiadini non ha nascosto il suo entusiasmo per un ritorno fortemente voluto da ambo le parti: ” Ringrazio il presidente: ogni volta che mi incontrava mi ripeteva che mi avrebbe riportato qui e finalmente ci siamo riusciti. È il momento giusto. Ritrovo una società forte e una squadra che sta facendo benissimo, trovo un mister che ha inciso fortemente nella mia scelta. Personalmente sono cresciuto, ho fatto esperienza tra Napoli e Inghilterra, sono molto più maturo, ma ho la stessa voglia di far esultare la Gradinata Sud e di sentire il suo urlo come quattro anni fa“.

L’apprezzamento per Giampaolo

Grande apprezzamento per Giampaolo che “gioca con un modulo che può essermi congeniale. Mi piace perché è uno che parla poco, ho visto una sua intervista e mi ha fatto una bellissima impressione, non vedo l’ora di iniziare”.

L’Europa e la Nazionale

E naturalmente non potevano mancare i riferimenti all’Europa e alla Nazionale: “Voglio sempre fare meglio, raggiungere obiettivi importanti e vincere qualcosa perché ora ci sono le qualità per farlo. Spero di rientrare anche in Nazionale, ma ci riuscirò solo se farò bene con la Sampdoria. Sono andato via dall’Inghilterra, che vuole uscire dall’Europa, e sono arrivato a Genova per entrarci, magari da un’altra porta e spero di riuscirci presto. Voglio salutare i tifosi e ringraziarli, ma cercherò di ripagarli in campo e non a parole”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi