" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Per la Sampdoria un pomeriggio di gloria come non se ne vedevano da tempo: a Marassi finisce con una manita rifilata al Brescia a conclusione di una partita cominciata in salita ma poi ribaltata e dominata.

Sampdoria-Brescia: primo tempo

Come annunciato alla vigilia, Ranieri schiera Regini al centro della difesa a far coppia con Chabot. In mezzo al campo, Thorsby e Vieira sono affiancati ai lati da Linetty a destra e Jankto a sinistra. In avanti, Quagliarella e Gabbiadini. Il Brescia si schiera con un 4-3-1-2 che prevede Spalek a fare da trequartista alle spalle di Balotelli e Torregrossa.

Embed from Getty Images

Buona partenza della Sampdoria, con Quagliarella che impegna di testa il portiere avversario (8′). Ma la distrazione è in agguato e si concretizza al 12′ quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il difensore venezuelano Chancellor devia indisturbato in rete di testa un assist di Torregrossa che nell’occasione stacca in modo imperioso. Vantaggio Brescia e sensazione, per i tifosi blucerchiati, di poter vivere un altro pomeriggio da incubo.

Ma la Sampdoria non è più quella di inizio campionato: adesso ha una sua fisionomia, idee chiare e voglia di lottare. La squadra comincia a girare: sulle fasce spingono Linetty e Jankto, supportati da Bereszynski e Murru; in mezzo Thorsby e Vieira sono su tutti i palloni; in avanti Quagliarella e Gabbiadini partecipano al gioco. E così fioccano le occasioni: prima è Jankto, su assist di Thorsby, che calcia di poco fuori (18′); poi Quagliarella colpisce debolmente di testa (19′) e, infine, Gabbiadini calcia altissimo (20′). Quagliarella prova ancora una rovesciata al 25′ ma senza fortuna.

Embed from Getty Images

Ma la Samp è sempre ai limiti e anche dentro l’area avversaria e così il gol arriva: Linetty, indemoniato, raccoglie una corta respinta della difesa avversaria, si aggiusta il pallone col petto e lascia partire un diagonale di sinistro che beffa Joronen in modo imparabile (34′).

Gli uomini di Ranieri non si fermano e creano pericoli soprattutto dalle fasce in cui a Linetty fa da contraltare uno Jankto molto lucido. E così i due confezionano, nel recupero, la rete del sorpasso: lungo traversone dalla destra del polacco che pesca molto bene il ceco dalla parte opposta dell’area: Jankto colpisce benissimo al volo con un potente piatto sinistro e sigla il vantaggio blucerchiato (48′). Fine del primo tempo con Sampdoria in crescendo.

Sampdoria-Brescia: secondo tempo

Si rientra e il Brescia sembra più vivo, soprattutto con Balotelli che si fa vedere da Audero. Dopo un’occasione capitata a Quagliarella, che coglie l’esterno della rete (4′), lo stesso Balotelli costringe Audero a metterci i guantoni (11′) e poi segna su assist del solito Torregrossa che però era partito in netto fuorigioco (12′). Gol annullato.

Dopodiché in campo c’è solo la Sampdoria che riprende a macinare gioco e creare occasioni. Gabbiadini ci prova addirittura di destro ma non coglie lo specchio (14′). Poi arriva il tris ed è il momento di Quagliarella: scambio al limite dell’area Gabbiadini-Thorsby, con il norvegese che prova a servire in profondità l’attaccante per chiudere il triangolo ma il pallone è intercettato dal braccio del giovane Mangraviti. Rigore indiscutibile, confermato anche dal VAR. Sul dischetto va il capitano e scaglia una bomba a mezz’altezza che non lascia scampo a Joronen (23′). 3-1 e partita virtualmente chiusa.

Embed from Getty Images

La Sampdoria a questo punto può permettersi di gestire l’incontro, sebbene ogni volta che spinge rischi di fare ancora male. Al 31′ è il momento di Caprari che rileva Gabbiadini. Il nuovo entrato si catapulta in area e, al primo pallone toccato, sfrutta un assist di Jankto dalla sinistra realizzando di testa il quarto gol (32′). Al 37′ dentro Ekdal per Vieira. I blucerchiati controllano il pressing sterile del Brescia che ormai è tramortito e attacca più che altro per forza d’inerzia.

E c’è spazio anche per il ritorno al gol di Quagliarella su azione in casa: Ekdal recupera un pallone sulla propria trequarti ed effettua un lancio di 40 metri a pescare il capitano che ingaggia un corpo a corpo in corsa con Mangraviti (prova sfortunata la sua), riesce a proteggere il pallone e beffare con uno splendido pallonetto il portiere in uscita, firmando la manita (47′). Apoteosi blucerchiata sotto la Sud.

Embed from Getty Images

Una vittoria tonificante

Una vittoria tonificante per la Sampdoria. Certo, i progressi erano evidenti da settimane, basti pensare alla sconfitta sfortunata e di misura con la Juventus e al buon pareggio con il Milan a San Siro. Ma la partita di oggi, uno scontro diretto, andava vinta senza se e senza ma. Anche perché la prossima, a Roma contro la Lazio, sarà proibitiva. Ma con la mentalità vista oggi, quella di una squadra in fiducia, c’è almeno la certezza di andare a vendere cara la pelle.

Il tabellino

Sampdoria 5      Brescia   1

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski (41′ s.t. Murillo), Chabot, Regini, Murru; Linetty, Thorsby, Vieira (37′ s.t. Ekdal), Jankto; Gabbiadini (31′ s.t. Caprari), Quagliarella.
A disposizione: Seculin, Falcone, Augello, Bonazzoli, Rigoni, Maroni, Léris, Rocha.
Allenatore: Ranieri.
Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Chancellor, Mangraviti, Mateju (37′ s.t. Martella); Bisoli, Viviani, Romulo; Spalek (24′ s.t. Ndoj); Torregrossa, Balotelli.
A disposizione: Andrenacci, Alfonso, Gastaldello, Zmrhal, Donnarumma, Ayé, Magnani, Matri, Morosini, Semprini.
Allenatore: Corini.
Arbitro: Calvarese di Teramo.
Assistenti: Gori di Arezzo e Muto di Torre Annunziata.
Quarto ufficiale: Manganiello di Pinerolo.
VAR: Di Bello di Brindisi.
AVAR: Manganelli di Valdarno.

Reti: p.t. 12′ Chancellor, 34′ Linetty, 48′ Jankto; s.t. 24′ Quagliarella rig., 32′ Caprari, 47′ Quagliarella.

Note: ammoniti al 10′ p.t. Bisoli, al 22′ p.t. Vieira, al 38′ p.t. Romulo, al 42′ p.t. Murru per gioco scorretto, al 23′ s.t. Chancellor per proteste; recupero 3′ p.t. e 3′ s.t.; abbonati 17.031 (rateo 177.402 euro), paganti 3.806 (incasso 40.705 euro); terreno di gioco in buone condizioni.

(Fonte dati www.sampdoria.it)

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami