Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Serie A: Pazzo, campionato matto!

Serie A: Goal e spettacolo nella giornata di ieri, andiamo a rivivere tutte le emozioni con un focus con tanti risultati clamorosi:

Di Armando Mandara

Si inizia Venerdi con il Bologna che batte la Roma allo Stadio Olimpico. Si aspettava una vittoria della squadra di Fonseca ma Barrow in serata di grazia, fa festa insieme ad Orsolini. Vince il Bologna e l’Atalanta ringrazia. La Dea batte la Viola allo Stadio Franchi ed in attesa dello scontro diretto si gode il tavolo Champions.

Malissimo il Torino, goal del vantaggio con Verdi e delusione di Longo. I Granata sembrano finalmente svoltare ma Ramirez e Quagliarella mandando in estasi Ranieri e regalano un biglietto di sofferenza al Toro che adesso deve guardarsi le spalle. L’Impresa di giornata e’ quella del Verona. Cristiano Ronaldo sembra scrivere il solito copione ma i ragazzi di Juric sono temibili e piazzano un doppio colpo che recita: Vetta riaperta e Verona in odore europeo.

Crisi nerissima per la Spal. Esonero per Semplici e Sassuolo con Boga e Caputo che si porta a casa tre punti importanti per la salvezza. Stesso discorso per il Genoa che ringrazia Pandev con un tiro dalla distanza. Mastica amaro Lopez. Il suo Brescia passa a pochi minuti dal traguardo, ma De Paul in pieno recupero fa saltare il banco e regala all’Udinese un ottimo punto . Dietro spingono ed anche il Lecce si unisce al coro. Clamorosa vittoria dei ragazzi di Liverani a casa del Napoli. La Padula ne fa due, punizione fantastica di Mancosu e Lecce in paradiso. Al Napoli non sono bastati Milik ed una magia di Callejon. Rabbia azzurra per la sconfitta e per un rigore solare non dato.

La Lazio sbanca Parma, con D’Aversa che avrebbe gradito un rigore. I Ragazzi di Inzaghi sono lanciati verso la corsa al titolo aspettando l’Inter domenica per la notte degli oscar.

Conte si prende il derby di Milano in un modo spettacolare. Super Zlatan ed un grande Milan, fissano il parziale sullo 0-2. La squadra di Conte si sveglia nel secondo tempo e piazza 4 goal in 45 minuti. Inter sul gradino piu’ alto del podio insieme alla Juventus e spallata al Milan che si allontana dall’eurozona.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi