Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

L’Inter fa suo il derby della Madonnina con una fantastica remuntada. I nerazzurri, sotto 0-2 all’intervallo, riescono a vincere 4-2.

 

DOMINIO MILAN NEL PRIMO TEMPO

Conte smentisce le prove fatte in settimana e conferma il 3-5-2 con Sanchez insieme a Lukaku in attacco; panchina per Eriksen. Pioli sceglie il 4-4-1-1, sorpresa Rebic a centrocampo, Calhanoglu dietro Ibrahimovic in avanti. Molto meglio il Milan nei primi 45 che colpisce il palo già al 9’ con un gran destro di Calhanoglu. L’Inter risponde con un corner su cui Godin manda fuori di poco il pallone colpendolo in maniera sporca con la spalla. Poco dopo metà tempo c’è la chance migliore per i nerazzurri: Lukaku dribbla e lascia sul posto Romagnoli, poi crossa per Vecino che calcia centralmente da buona posizione. I rossoneri passano in vantaggio al 40’: Ibra salta molto più in alto di Godin e fa da sponda verso Rebic che appoggia in rete dopo un’uscita titubante di Padelli che liscia il pallone. 5 minuti dopo arriva anche il raddoppio della squadra di Pioli: in seguito ad un corner Kessie sfiora per Ibrahimovic  che tutto solo mette dentro. Anche in questo caso non perfetto l’intervento di Padelli. Netto dominio del Milan che chiude il primo tempo meritatamente in vantaggio per 2-0. 

 

Embed from Getty Images

 

REMUNATADA INTER NELLA RIPRESA

Nella ripresa l’Inter ritorna subito in partita con un gran goal di Brozovic che al 51′ calcia di prima intenzione una palla che scendeva a campanile indirizzandola nell’angolino dove Donnarumma non può arrivare. È la scintilla che risveglia i nerazzurri: la squadra di Conte infatti pareggia addirittura due minuti dopo. Grande verticalizzazione di Godin che trova Sanchez sul filo del fuorigioco, il cileno evita il portiere avversario e serve l’accorrente Vecino che, a differenza del primo tempo, realizza di destro: 2-2 ed inerzia del match totalmente a favore dei nerazzurri. Ibrahimovic prova a cambiare ancora l’andamento della gara con una punizione dalla lunga distanza che esce di pochi metri. Al 70′ l’Inter completa la remuntadaCandreva dalla bandierina crossa per De Vrij che segna con un tuffo stilisticamente perfetto. Negli ultimi minuti è un monologo interista interrotto solo da un palo colpito dal solito IbrahimovicEriksen prova ad imprimere il suo marchio sul derby con una punizione da distanza siderale calciata in maniera superba che sorprende Donnarrumma e si schianta sull’incrocio dei pali. Poco prima del recupero Barella si mette in proprio autolanciandosi in profondità e concludendo passando la palla al portiere avversario probabilmente per la stanchezza. Al 90′ c’è il palo di testa dello svedese e 3 minuti dopo i nerazzurri chiudono la gara: Moses crossa per Lukaku che segna di testa saltando più in alto di Kjaer. L’Inter batte il Milan 4-2 realizzando una splendida remuntada.

 

Embed from Getty Images

 

I nerazzurri agganciano la Juventus in testa alla classifica; al terzo posto c’è la Lazio con solo 1 punto in meno.

 

(Fonte immagine in evidenza: pagina Facebook F.C. Internazionale)

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi