Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Archiviata la 5° giornata di campionato, lo spartito è sempre lo stesso: la Juventus non fallisce la prova Frosinone così come il Napoli (3-1 a Torino) che insegue a 3 punti. Bene la Fiorentina che vince in casa contro la Spal e l’Inter vincente a Marassi. Vincono anche Lazio, Milan e la sorpresa Sassuolo. Male, malissimo la Roma che esce sconfitta dal Dall’Ara. Diamo un occhiata ai TOP & FLOP di questa giornata.

Embed from Getty Images

TORINO-NAPOLI:

Nel lunch match domenicale, brilla sopratutto la squadra di Carlo Ancelotti. Mattatore della giornata è Lorenzo Insigne che con ben due reti porta a casa un +6. Prima rete con la maglia del Napoli anche per Verdi (+3) servito meravigliosamente da Mertens (+1). Bene anche Allan da subentrato. Granata apparsi veramente in affanno, specialmente nei primi 20 minuti di gara. Torna al gol Belotti, uno dei pochi sufficienti della squadra di Mazzarri. Spento Zaza e molto male tutto il reparto difensivo con Sirigu che esce dalla contesa con un malus di -3.

SASSUOLO-EMPOLI:

Nell’anticipo del venerdì, continua a stupire e vincere il Sassuolo targato Roberto De Zerbi. Partita che parte bene, però, per i Toscani di mister Andreazzoli. Dopo appena 20 secondi Caputo sigla il suo secondo gol stagionale. Neroverdi che riescono ad acciuffare il pareggio con Kevin Prince Boateng, servito bene da Di Francesco. Ci pensa G. Ferrari a ribaltare il risultato con un colpo di testa su calcio d’angolo. Pochi minuti dopo, Zajc simula in area e viene espulso per somma di ammonizioni. Conclude l’opera sempre Di Francesco che col tacco sigla il gol del 3-1 portando a casa un +4!

PARMA-CAGLIARI:

Vittoria convincente dei padroni di casa che battono i sardi per 2-0. Migliore in campo, per distacco, è Gervinho che, oltre al gol da antologia, si regala una prestazione super! Bene anche Inglese, in rete per ben due volte (uno annullato col VAR). Ottima prova difensiva di Bruno Alves e Di Marco. La squadra di Maran, appare ancora un cantiere aperto. Tante indecisioni e leggerezze che costano caro ai sardi. Male la difesa con Romagna a farne le spese: 4,5.  Male anche il reparto offensivo che soffre l’assenza di Leonardo Pavoletti. Si salvano solo Barella e Joao Pedro, gli unici che provano a dare una scossa.

Embed from Getty Images

FIORENTINA-SPAL:

Successo convincente degli uomini di Pioli. Bene Pjaca, schierato nel tridente e autore del suo primo gol in Serie A condito anche da un assist: +4! Segna ancora Nikola Milenkovic, diventato una vera sentenza sui calci d’angolo (7+3). Chiude i giochi il solito Federico Chiesa che si conferma uno dei più in forma del momento. Ancora spento Simeone (5,5). Dopo l’avvio scoppiettate arriva la prima battuta d’arresto per gli uomini di Semplici. Le sufficienze si contano sulle dita di una mano: male l’approccio e la messa in campo, squadra totalmente dominata dai viola.

SAMPDORIA-INTER:

La “pazza” Inter di Spalletti, dopo il successo in Champions, vince ancora nel finale grazie al gol di Brozovic. Bene Skriniar (7), Candreva e Asamoah (6,5 per entrambi). Sufficiente Nainggolan che si vede annullare una rete per fuorigioco. Ancora a secco Icardi che sembra ancora dover trovare la migliore condizione così come Politano, apparso lontano parente di quello visto fin’ora. Nei padroni di casa, bene Quagliarella, Ekdal e Tonelli. Piccolo passo indietro, rispetto alle ultime uscite, per Defrel, autore di una rete annullata e ammonito per essersi tolto la maglietta. Man of the match Marcelo “Epic” Brozovic che porta a casa un fantavoto di 10: 7 + 3.

BOLOGNA-ROMA:

Primo successo in campionato per gli uomini di Inzaghi che si regalano una vittoria di prestigio contro una Roma apparsa stanca e mentalmente distratta. Ottima prova dell’ex Skorupski che tira giù la saracinesca in più di una occasione. Bene anche Mattiello, primo gol in Seria A per l’ex Juventus. Grande prova anche del centrocampo emiliano con Nagy e Svamberg padroni della mediana. Prima rete nel massimo campionato e primo +3 anche per Federico Santander, bravo a sfruttare un contropiede da manuale. Nella Roma, nessuna sufficienza. Non si salva praticamente nessuno con il reparto offensivo colmo di 4,5 e 5. Male anche Olsen,nelle previsioni uno dei migliori portieri del campionato: 5,5 con malus di -2.

CHIEVO-UDINESE:

Un super De Paul continua a stupire e trascina l’Udinese al successo sul campo del Chievo. Bene Lasagna, finalmente in gol e Scuffet, apparso decisivo come un tempo. Buona prova anche di Fofana e Samir. Nei padroni di casa si salvano solo Bani e Rigoni mentre Sorrentino, nonostante il 6,5, è penalizzato dal malus (-2).

LAZIO-GENOA:

Tutto facile per gli uomini di Simone Inzaghi che rifilano un sonoro 4-1 al Genoa. Mattatori della giornata, Ciro Immobile (autore di una doppietta), Caicedo e Milinkovic Savic. Primo gol in campionato per il centrocampista serbo che torna quello della passata stagione e regala ai fantallenatori un 7,5 con bonus. Bene anche Parolo e Lulic, entrambi assist-man. Nel Genoa, l’unico a salvarsi è il solito Piatek, autore del quarto gol in 5 presenze. Malissimo Marchetti che, contro la sua ex squadra, incassa 4 reti portando il fantavoto ad 1,5.

MILAN-ATALANTA:

Fallisce ancora una volta la prova di maturità il Milan che si fa rimontare per ben due volte e regala un punto prezioso agli uomini di Gasperini. Rossoneri bene nei primi 45 minuti trascinati dal solito Higuain, autore di un gran gol in girata (7+3) ma ammonito nella ripresa. Delizioso Suso che, con 2 assist al bacio, corona una prestazione super (7 +2). In gol anche Bonaventura (7+3). Male il reparto difensivo apparso troppo morbido e disattento nella ripresa complice, forse, un po di stanchezza derivante dalla coppa. Nell’Atalanta torna al gol il Papu Gomez imbeccato bene da Zapata (subentrato ad uno spento Barrow). Molto bene anche Emiliano Rigoni, vera e propria anima degli uomini di Gasperini nella ripresa. Quella che poteva essere una scommessa, potrebbe diventare qualcosa di più.

FROSINONE-JUVENTUS:

Allegri non fallisce il test Frosinone e, nei minuti finali, porta a casa il quinto successo su 5 partite. Gli uomini di Longo giocano una partita diligente e attenta rimanendo coperti per tutta la partita, Szcescny SV, e cercando di pungere in contropiede senza mai però riuscirci. Male Perica e Campbell così come Ciano, subentrato per dare un po di freschezza al reparto avanzato. Ottima prova di Salamon che arpiona tutti i palloni alti nell’area ciociara. Bene anche Sportiello (6,5) nonostante i  2 gol subiti. Nella Juventus l’entrata di Bernardeschi è determinante: spacca la partita con le sue accelerazioni e confeziona il gol della sicurezza. Bene anche Ronaldo, volenteroso come sempre, che sblocca il match approfittando di una palla vagante in area di rigore. Ancora in ritardo Dybala, Bentancur e Cuadrado, apparso non a suo agio nel ruolo di terzino. Bene anche Cancelo, entrato nel finale per portare quella spinta mancata nella prima frazione di gioco.

Embed from Getty Images

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications.    Ok No thanks