Sofferenza e vittoria – 3 a 2 al Maradona

Nessun dolore, nessuna ricompensa. Così recita un famoso detto. E il Napoli sembra destinato a soffrire, soprattutto con le piccole. Uno ad uno contro il Lecce, Uno a zero contro lo Spezia al novantesimo, quattro a duno contro la Cremonese (ma con due gol arrivati nei due minuti finali). Contro il Bologna, privo di Arnautovic, gli azzurri decidono letteralmente di regalare due gol. Eppure, alla fine, il Napoli l’ha spuntata e raggiunge la decima vittoria di fila.

La partita non ha un bel ritmo. Il Bologna, di fatto, mette un pulman davanti alla porta. Eppure il Napoli, con Raspadori prima e con Mario Rui dopo spaventano Skorupski. Poi Politano spaventa i tifosi del Napoli spedendo in curva un cioccolatino di Kvaratskhelia. E al 41′ il primo errore. La difesa del Napoli si addormenta lasciando Zirkzee completamente solo che deposita in porta un passaggio di Cambiaso.

http://gty.im/1244018885

Fortunatamente per il Napoli, arriva il pareggio in maniera molto rocambolesca. Zielisnki batte un calcio d’angolo, Medel e Fergusson litigano col pallone che prima finisce sui piedi di Juan Jesus e poi in porta. Ed è il quindicesimo marcatore diverso per il Napoli.

http://gty.im/1433876966

Nel secondo tempo entrano Osimhen e Lozano. E subito i due si fanno sentire. Perché il solito indemoniato Kvaraskthelia costringe Skorupski ad un super intervento, il nigeriano si porta appresso due difensori e il messicano deve solo scaraventare in porta il suo secondo gol in campionato.

http://gty.im/1433879110

Tuttavia il vantaggio dura solo un minuto. Perché Meret, oggi non al massimo, combina un pasticcio clamoroso. Perché si lascia sfuggire un tiro tutt’altro che irresistibile di Barrow.

http://gty.im/1433882448

E il porterie del Napoli, a cui i tifosi partenopei non perdonano mai nulla, combinerà altri disastri, fortunatamente mai sfruttati dal Bologna. Ma il georgiano è sempre presente. Altra palla splendidida in profondità, scatto di Osimhen che brucia Medel e con il pallonetto, nonostante Skourpski tocchi, mette dentro il tre a due.

http://gty.im/1433888780

Gli ultimi minuti sono di sofferenza pura. Vero che il Napoli prende un palo con Zielinski, ma il Bologna pressa. E i già citati errori di Meret non aiutano. Ma, alla fine, è il Napoli a spuntarla. Torna primo e lancia un altro segnale al campionato: nonostante gli errori e le partite non brillanti, si vince.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Juve Stabia quando la Serie B diventa una canzone

  Juve Stabia il campionato 23-24 per le vespe di Guido Pagliuca è stato una annata che resterà nel cuore dei tifosi gialloblu. La magia della...

AI dispositivi medici 2024: intelligenza artificiale e innovazioni cruciali

AI dispositivi medici 2024: intelligenza artificiale e innovazioni cruciali. Dispositivi sempre più avanzati migliorano il monitoraggio delle condizioni croniche.

Atalanta delirio Dea nella notte di Dublino

  Atalanta il 22 maggio 2024 sarà una data che i tifosi della Dea ricorderanno per sempre. La vittoria in Europa League contro gli invincibili...

Giro D’Italia il round numero 19

  Giro D'Italia arriva la tappa numero 19. MORTEGLIANO-SAPPADA, 157 KM   Si inizia risalendo la valle del Tagliamento toccando San Daniele del Friuli, Forgaria nel Friuli...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA