Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Brutta sconfitta per la Salernitana, che perde 1-0 contro il Novara creando poco. Il gol decisivo è firmato da Faragò al 7′.

LA CRONACA. Approccio positivo per la Salernitana che nei primi minuti di gioco si mantiene alta. Il gol del vantaggio è però siglato dal Novara nella prima azione d’attacco. Galabinov sovrasta fisicamente Schiavi, supera Bernardini e mette il pallone in mezzo; Sansone non ci arriva, palla a Faragò sul secondo palo che tira un bolide che si infrange sul palo interno, finendo in porta. Novara – Salernitana 1-0. Da quel momento la Salernitana accusa psicologicamente il colpo, e non riesce a rendersi pericolosa per tutto il primo tempo. Terracciano è decisivo in almeno due circostanze, prima su Corazza e poi su Dickmann.

Nel secondo tempo Sannino prova a inventarsi qualcosa, con l’innesto di Caccavallo al posto di uno spento Donnarumma. E’ sempre il Novara però a fare la partita. Al minuto 59, occasione ghiotta per Galabinov, che dopo un’azione insistita centra il palo. Al 74′ fuori Schiavi, dentro Della Rocca, con passaggio a un più offensivo 4-3-1-2. Da segnalare un battibecco del difensore granata con Sannino. La migliore occasione della Salernitana giunge pochi minuti dopo da calcio piazzato. Punizione dal limite dell’area, batte Rosina che la indirizza all’incrocio: conclusione deviata in angolo da un ottimo Da Costa. Questa sarà l’ultima grande occasione per la Salernitana, che subisce il possesso palla del Novara e non riesce a creare alcuna occasione, nonostante l’ingresso in campo di Joao Silva per Laverone. Salernitana spuntata, svogliata e brutta da vedere. Poco incisivi in avanti i granata, e distratti in difesa.

 

 

PAGELLE SALERNITANA

Terracciano 6,5: Non ha responsabilità sul gol e con qualche uscita e un paio di parate riesce ad evitare che il Novara chiuda con un punteggio più rotondo.

Mantovani 6: Unico sufficiente in difesa, nonostante la giovane età mostra sempre grande sicurezza negli interventi.

Schiavi 4,5: Ha importanti responsabilità sul gol, perdendo il duello fisico con Galabinov. Nell’arco di tutta la partita è sempre il più insicuro e crea più di un brivido, la condizione migliore è ancora lontana. Poteva risparmiarsi il battibecco finale con Sannino. (Dal 74′ Della Rocca 5,5: prova senza successo a dare più fluidità alla manovra.)

Bernardini 5,5: Mezzo voto in meno di Mantovani, ma cerca anche lui di fare il suo.

Laverone 5: Come nella partita col Verona, corre principalmente a vuoto, mettendo pochi cross (e male), non dando il suo contributo alla manovra offensiva. (Dall’85’ Joao Silva s.v.)

Odjer 6: Tanta quantità come al solito per il centrocampista ghanese, cerca di inventare qualcosa, senza ottenere troppi risultati.

Busellato 5,5: Corre tanto e cerca di farsi vedere nelle azioni offensive, ma è ancora fuori condizione.

Rosina 6: Anche oggi tuttofare, ripiega in fase difensiva ed è l’unico a tentare di creare manovre pericolose. Sua l’unica grande occasione per la Salernitana su calcio di punizione. L’unica nota positiva per i granata è che il loro fantasista sta bene; giocando più vicino alla porta può ancora migliorare.

Vitale 6: Spinge e prova a mettere qualche cross pericoloso come contro il Verona, stavolta senza risultati. Ma anche stavolta le iniziative partono sempre e solo da sinistra.

Coda 5,5: Lotta con la solita tenacia su tutto il fronte d’attacco, senza quasi mai avere la meglio.

Donnarumma 5: Ancora una prova incolore per Donnarumma, non riesce mai ad essere pericoloso. (Dal 56′ Caccavallo 5,5: parte bene con un paio di iniziative personali, ma alla lunga si spegne anche lui.)

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi