Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Triestina. A Castelfranco Veneto arriva un successo fondamentale, ma le altre corrono

Una prova di carattere, quello che era mancato nell’ultimo mese, in cui la Triestina aveva raccolto solo un pareggio in tre partite, e 3 punti quanto mai fondamentali per la rincorsa alla salvezza diretta.

Gli alabardati si presentano con il neo acquisto Cuppone titolare, mentre bisognerà attendere settimana prossima per vedere in campo gli altri nuovi Muzzi (sicuramente) e Monti (forse). Bradaschia c’è, ma recupera solo per la panchina.

Il primo tempo è sostanzialmente privo di emozioni, con la Triestina ben messa in campo ma mai pericolosa, almeno fino al 38′, quando Skerjanc viene atterrato in area avversaria. Dal dischetto Dalla Riva incrocia col destro e mette la palla nell’angolino basso: si va al riposo sullo 0-1.

La ripresa inizia con i padroni di casa che devono necessariamente provare a spingere e dopo una bella parata di Vezzani in apertura al 7′ trovano il gol del pareggio con un missile di Brotto. L’Unione non si perde d’animo e, anzi, impiega soltanto 4 minuti per riportarsi in vantaggio grazie all’inserimento vincente di Skerjanc a sfruttare la bella giocata sul fondo di Abrefah. Ne passano altri 4 e arriverebbe il tris ancora con lo scatenato Skerjanc, ma il contropiede dell’attaccante è fermato dal direttore di gara.
Nell’ultima parte di gara il Giorgione si riversa in avanti e colpisce anche un palo, ma al 32′ Cucchiara, entrato da 2 minuti, sfrutta un’ingenuità di Fontana per chiudere la partita.

Con il successo sul Giorgione, l’Unione Triestina scavalca proprio i trevigiani, e si porta a ridosso di Levico Terme e Montebelluna, entrambe sconfitte e tiene la scia di Dro e Liventina, vittoriose sulle più quotate Este e Calvi Noale. L’1-3 di Castelfranco inoltre potrebbe rivelarsi determinante ai fini della classifica avulsa, in quanto pone l’Unione Triestina in vantaggio nello scontro diretto contro il Giorgione (al “Rocco” finì 1-2).

Certo il contesto non è dei migliori, ma forse in questo momento l’Unione non può onorare in modo migliore la scomparsa di uno dei personaggi sportivi triestini più importanti, Cesare Maldini.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi