Film al cinema Scream VI, trama e recensione

PUBBLICITA

Le superstiti Samantha (Melissa Barrera) e Tara (Jenna Ortega) vivono ora a New York, con la prima ancora intimorita da nuove possibili minacce mortali e in cura da uno psicologo. Ecco che puntualmente un killer che indossa la maschera di Ghostface torna a far vittime anche qui. La Carpenter maggiore decide allora di allearsi con il detective Bailey (Dermot Mulroney), con l’agente dell’FBI Kirby Reed (Hayden Panettiere) e con la giornalista Gale Weathers (Courteney Cox).

Scream VI, recensione

La celebre saga horror-thriller continua, questa volta con alla regia i Radio Silence, al secolo Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett. Le vicende seguono quelle del capitolo uscito un anno fa e quindi nel cast annoveriamo Mason Gooding, Melissa Barrera e Jenna Ortega (reduce dal successo della serie Netflix “Mercoledì” che abbiamo recensito qui). Non manca inoltre l’ex star di “Friends” Courteney Cox.

Il target è chiaramente un pubblico giovanile, in un trasferimento inedito da Woodsboro a New York senza quella Sidney Prescott (Neve Campbell) protagonista quando tutto cominciò nel lontano 1996. All’epoca quel meccanismo metacinematografico apparì per certi versi rivoluzionario e generò un cult. A distanza di quasi trent’anni i Radio Silence non se la sentono di abbandonare il vecchio binario e ci propongono un percorso narrativo simile, condito dalla solita violenza slasher. Anche in virtù del non prendersi per niente sul serio il film punta in ogni caso al puro intrattenimento molto più che alla consistenza dell’intreccio. Il risultato è l’assenza di una qualsiasi spunto di riflessione semiserio e la presenza di un paio di scene degne di nota per ritmo e tensione (vedi quella in metropolitana).

Ampiamente promossa la ricollocazione nella Grande Mela, che dona nuovo respiro alla scenografia di Chad Keith. Una sfida raccolta con una certa inventiva dagli sceneggiatori James Vanderbilt e Guy Busick e con alcuni punti fermi come il celebre telefono che squilla. Di grande rilievo anche il lavoro sul sonoro e le musiche di Brian Tyler. La messa in scena complessiva spinge in sintesi sul pedale dello spettacolo a discapito dell’empatia con lo spettatore e della coesione dello script.

In coda troviamo una scena che lascia le porte volutamente spalancate ad un eventuale altro sequel. E c’è da dire che gli incassi mondiali di quasi 70 milioni di dollari hanno già ampiamente ripagato il budget investito. Questo nonostante le perplessità che si fanno sentire ad ogni angolo ogni volta che viene annunciato un ennesimo capitolo del franchise. Eppure per andare avanti con cognizione di causa servirebbe qualche idea nuova e convincente, già esplicitamente auspicata dalla premiata ditta Bettinelli-Olpin/Gillett.

“Scream VI” è sbarcato nelle nostre sale a partire dal 9 marzo 2023.

PUBBLICITA
PUBBLICITA

Leggi anche

Pallacanestro Antoniana la prossima sfida

Pallacanestro Antoniana la società presenta con un focus il prossimo appuntamento. Per la prima volta dall’inizio della stagione la Bioverde arriva ad un match di...

Einstein e la bomba un lavoro che racconta alcuni capitoli della storia del Premio Nobel

Einstein e la bomba la fuga dalla Germania, l'Inghilterra e gli Stati Uniti in un periodo storico molto difficile e tormentato per il Nazismo...

Orrore a Roma, cadavere in fiamme in strada

Davanti al policlinico Campus Biomedico di Roma il corpo di un uomo in fiamme

Educazione nordica di Federica Pepe, recensione

Educazione Nordica (Sperling & Kupfer) di Federica Pepe, una finestra sull'approccio svedese all'educazione dei bambini

Ultime Notizie

PUBBLICITA