" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

The Old Guard – Una squadra composta da quattro mercenari immortali agisce da secoli contro il male. Quando vengono feriti a morte le loro ferite guariscono più o meno rapidamente e la loro storia ricomincia.

Andy (Charlize Theron), Booker (Matthias Schoenaerts), Joe (Marwan Kenzari) e Nicky (Luca Marinelli) accettano una missione propostagli dall’ex agente della CIA Copley (Chiwetel Ejiofor), che consiste nel salvataggio di alcuni bambini. Ma sotto c’è molto di più, c’è chi vuole studiare e sfruttare la loro immortalità.

Intanto un nuovo componente si aggiunge alla squadra: è Nile (KiKi Layne), una giovane marine che scopre la sua vera essenza dopo essere sopravvissuta nonostante la gola tagliata.

The Old Guard, recensione

Tratto da un fumetto di Greg Rucka (che qui firma la sceneggiatura) diviso in tre parti e sensibilmente modificato, il film pone in assoluto primo piano una Charlize Theron in grande spolvero, che picchia duro ma appare velata da una sentita malinconia. L’obiettivo era di lanciare un titolo semplice, di grande impatto, concepito per diventare un franchise di successo.

Dopo l’episodio pilota della serie “Cloak & Dagger” la regista Gina Prince-Bythewood torna a dirigere questa sorta di supereroi in una storia non particolarmente originale ma interessante.

Da segnalare la buona prova di Luca Marinelli, il cui personaggio si è innamorato del suo compagno Joe ai tempi delle crociate dopo diverse uccisioni reciproche. Poco spazio viene lasciato agli ottimi Matthias Schoenaerts e Chiwetel Ejiofor: probabilmente verrà posto rimedio nei capitoli successivi della saga.

“The old guard” è un film scritto e realizzato bene, che scava adeguatamente pur se in maniera rapida ogni personaggio principale alternando questi approfondimenti alle scene di pura azione, che risultano godibili pur se abbastanza canoniche.

È inoltre capace di regalare apprezzabili colpi di scena e di non trascurare mai l’aspetto umano degli immortali.

Detto questo, le quasi due ore di durata non scorrono agilmente fino in fondo per via di un ritmo che cala alla distanza. Ma il giudizio di questa operazione targata Netflix resta in fin dei conti positivo grazie alla trama e alla scrittura affascinante, soprattutto per chi non si aspetta il classico blockbuster tutto effetti speciali e continui combattimenti frenetici.

Il finale apertissimo lascia più di uno spiraglio ad almeno un eventuale sequel, per il quale vengono montate ad arte la curiosità e l’attesa.

“The old guard” è disponibile su Netflix dal 10 luglio 2020.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami