Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Le recensioni: una nuova importante guida per gli acquirenti virtuali:

Se da un lato gli acquisti via Internet, in netta crescita in Italia come in tutto il mondo – hanno portato tanti cambiamenti importanti nell’approccio alle compere – con ripercussioni anche sul commercio fisico -, dall’altro possono esistere anche degli svantaggi connessi a questo tipo di approccio.

Innanzitutto, per capire la portata del fenomeno, basta fare riferimento ad alcune previsioni degli esperti del settore, i quali stimano che il commercio via web raggiungerà, entro l’anno 2022, un un numero di utenti pari a oltre 3 miliardi. Del resto le previsioni partono da dati importanti, come ad esempio il fatto che, solo nel 2018, il 69 per cento degli utenti europei abbia effettuato almeno un acquisto tramite Internet.

Quanto agli italiani – secondo la previsione di Casaleggio Associati – si stima che entro il 2023 gli acquirenti arriveranno a quota 41 milioni, con una netta prospettiva di crescita rispetto ai dati attuali (38 milioni di acquirenti telematici).

Il fatto che sempre più utenti scelgano le piattaforme e i siti web per i propri acquisti – effettuati anche tramite dispositivi mobile – è sicuramente collegato alla maggiore varietà di scelta presente su Internet, fattore unito alla velocità dell’operazione – effettuabile anche via smartphone, tramite le app dedicate – , alla possibilità di risparmio e a promozioni di vario genere, comprese le spese di spedizione, talvolta gratuite oppure agevolate, nonché alla celerità di molte consegne.

Ma, a fronte di tutte queste agevolazioni, possono esistere anche degli svantaggi connessi all’e-commerce, come quello legato ai pagamenti e alla sicurezza/privacy dell’utente, anche se oggi le transazioni, con la dovuta attenzione, avvengono spesso in modo sicuro. Che dire poi, in connessione alla ricchezza dell’offerta, del famoso “imbarazzo della scelta”? In ogni caso, proprio per far fronte a quest’ultima questione, gli utenti del web si sono organizzati, per fare in modo che gli acquisti corrispondano sempre di più ai propri desideri e che l’operazione di scelta sia rapida e fruttuosa.

In questo senso, uno dei mezzi di ricerca più usati dai naviganti sono le recensioni, che consentono agli utenti di informarsi preventivamente rispetto a un determinato prodotto, in modo da conoscerne tutte le caratteristiche e le prestazioni, e lo stesso vale per i servizi. A tal proposito, secondo i dati di Idealo legati a una ricerca del comportamento degli acquirenti italiani online:

  • il 35 per cento del campione si avvale sempre di un comparatore di prezzi prima dell’acquisto

  • il 35 per cento dello stesso campione utilizza spesso un sito di comparazione prezzi

  • il 93 per cento del campione legge spesso guide all’acquisto

  • il 90 per cento del campione considerato legge spesso recensioni o pareri di altri utenti sul web

Le opinioni in questione possono spaziare tra gli ambiti più disparati e riguardano in particolar modo il settore dei servizi e dell’intrattenimento.

Se, ad esempio, si vuole prenotare una struttura alberghiera, siti come Booking.com offrono le varie soluzioni con tanto di recensioni da parte degli utenti, e lo stesso vale per chi cerca una lista delle migliori tv in streaming, delle migliori console di gioco, oppure una lista dei migliori casinò online. Senza contare le recensioni connesse a prodotti culturali, come ad esempio i libri appena usciti oppure i film.

La comparazione dei prezzi online: quando risparmiare è fondamentale

Come si è detto, a fronte del crescente successo dell’e-commerce in Italia come in tutto il mondo, molti utenti cercano siti in grado di garantire un risparmio, i quali, oltre a riportare – anche in forma di video, come nel caso dei tutorial di YouTube – le esperienze degli altri acquirenti, possano offrire anche una rapida carrellata dei prezzi più convenienti rispetto a un determinato prodotto.

Ciò non vale soltanto per i beni fisici, ma anche per i servizi essenziali alla quotidianità, tanto che sono nati anche dei portali di comparazione in grado di confrontare i prezzi dei gestori nazionali di servizi come ad esempio la luce, il gas, il telefono, le assicurazioni, eccetera.

Molto spesso sono presenti anche delle app dedicate (da Trovaprezzi a Idealo fino a Doveconviene, passando per ScanLife e Google Shopping ), che consentono di ottimizzare la scelta direttamente dal proprio dispositivo mobile, dunque risparmiando tempo e guadagnando in convenienza.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi