Accedi
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
Home

Valerio Braschi, vincitore della sesta edizione di MasterChef, giovane talentuoso dotato di un estro sorprendente, dopo due anni di intenso lavoro ed esperienze che lo hanno portato in giro per il mondo, a novembre aprirà il suo primo ristorante a Roma.

Un bel traguardo per un ragazzo di 20 anni!

Lo abbiamo voluto incontrare per farci raccontare di questa sua nuova avventura.

Valerio Braschi

  • Buongiorno Valerio e grazie per la tua disponibilità! Immagino che tutti ti chiedano della tua vita dopo la vittoria a MasterChef. Io, invece, vorrei sapere della tua vita PRIMA di MasterChef. Chi era Valerio Braschi prima della partecipazione al popolarissimo cooking show?

Prima di MasterChef ero quello che sono ora, un ragazzo, uno studente che amava cucinare e vivere. Prima cucinavo solo a casa, ora in giro per il mondo e a novembre finalmente lo farò nel mio locale.Prima di MasterChef avevo molto più tempo libero da dedicare ovviamente agli amici e allo sport.Ho fatto basket per 12 anni, amo giocare a calcetto e uscire con gli amici.Il calcetto della domenica pomeriggio e/o sera era sacro! Ora ho molto meno tempo libero, ma cerco sempre di dividerlo bene fra famiglia, amici e la fidanzata Gaia che fortunatamente lavora con me, quindi trascorriamo molto tempo insieme.

  • Come si accede ad un programma come MasterChef?

Per entrare a MasterChef bisogna fare provini e selezioni. I provini che voi vedete in TV durano tutta la giornata. Ricordo che quando entrai nella Masterclass dei migliori 20 dovetti presentarmi negli studi alle 8:00 di mattina e uscii alle 4:00 di mattina del giorno dopo.

  •  La vittoria del programma ha rappresentato sicuramente LA SVOLTA DELLA TUA VITA – Avere i riflettori puntati addosso può essere, a volte, un peso o è solo adrenalina pura?

I riflettori ora non mi fanno né caldo, né freddo. Inizialmente trovarmi quattro telecamere che mi riprendevano persino quando respiravo mi inquietava, ma dopo il secondo giorno non le ho più nemmeno percepite, ero solo super concentrato a cucinare.

Valerio Braschi

 

Valerio Braschi: “Mi sto preparando al meglio”

  • In autunno l’apertura del tuo primo ristorante. Alla tua età un traguardo del genere è sicuramente ancora più importante. Sarai affiancato da qualcuno in questo tuo progetto?

Io ed il mio socio (già noto nella ristorazione) abbiamo grandi piani e progetti.Sono felicissimo di questa opportunità, mi sto preparando al meglio; voglio veramente spaccare e vedere i miei commensali felici e soprattutto che tornino e ritornino.

  • Che tipo di ristorante sarà il tuo?

Sarà un ristorante che mi rappresenterà,  elegante e raffinato, ma dal tono fresco e giovane, in cui farò la mia cucina.Voglio riportare i gusti che ho scoperto durante le mie avventure, i miei viaggi, legate alla mia passione per lo studio della scienza e della chimica.

  • Valerio Braschi in iFornelli. Ci spieghi meglio di cosa si tratta?

iFornelli è la mia app che ho creato insieme al mio socio e co-proprietario Arturo.Un’app interattiva, facile da usare e piena di ricette uniche e sempre con un tocco diverso dal solito.Dentro l’app ho racchiuso gran parte delle mie ricette, quelle che faccio durante gli eventi o quelle che faccio semplicemente a casa per me, ma soprattutto quelle dei miei fan, perchè ognuno ha dei propri cavalli di battaglia che vuole far conoscere e, tramite iFornelli noi diamo voce a tutti coloro che vogliono far conoscere le proprie ricette del cuore. Un’app che mette in stretta comunicazione me con i miei fan.

  • …e infine, una ricetta  da dedicare ai nostri lettori

Ai lettori di Magazine Pragma preparerei una ricetta semplice e veloce: Anatra, puntarelle alle alici e salsa ai ricci di mare. Gusto esplosivo e di facile realizzazione.

Grazie Valerio e a presto! A novembre (non vediamo l’ora), saremo a cena da te.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi