" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Un nuovo modo per festeggiare San Valentino a Napoli

L’iniziativa nata da un’idea dello scrittore Maurizio De Giovanni prevede per la festività degli innamorati del 14 febbraio prossimo, la riscoperta di percorsi insoliti della città partenopea attraverso la guida di accompagnatori illustri.

Come ogni iniziativa non poteva mancare una madrina, un personaggio che costituisca il cuore della manifestazione, con Angela Luce l’artista che rappresenta la storicità delle tradizioni musicali napoletane.

Alla presentazione l’assessore alla Cultura e Turismo di Napoli Nino Daniele ha così commentato:

Scende in campo un dream team fatto di tante personalità celebri della nostra città, in tutti i campi, dal giornalismo all’arte, alla musica, al teatro, al cinema, per guidare i cittadini di Napoli e speriamo anche tanti turisti, a conoscere più a fondo gli aspetti insoliti, e non sempre esplorati, della nostra città.

Concludendo con la massima

Quando ci si innamora di Napoli è un amore per sempre

L’organizzazione è stata affidata alla Associazione Guide Turistiche Campane, presso la quale si potranno prenotare le visite all’indirizzo mail innamoratinapoli@libero.it secondo lo schema riportato in calce all’articolo.

Locandina dell’iniziativa affidata all’affresco del XVII secolo sito nelle catacombe di San Gaudioso – Basilica di Santa Maria della Sanità rielaborato graficamente dall’Ufficio Comunicazione, Promozione della Città e Marketing del Comune di Napoli, in fase di restauro.

Cinquanta i ciceroni illustri, affiancati dalle guide turistiche accompagneranno i cittadini nei tre dei percorsi che compongono il programma di San Valentino, iniziando da Palazzo San Giacomo e proseguendo in tutta la città: dal Maschio Angioino a Trentaremi, dal Centro antico agli studi Rai di Fuorigrotta, da Castel dell’Ovo a Scampia. Ogni luogo con un cicerone ed una storia da raccontare, di persone che hanno apportato con la loro presenza e determinazione a fare di Napoli la Capitale dell’antiracket e dell’impegno contro le mafie.

Prenotazione obbligatoria a cura della Associazione Guide Turistiche Campane

Per PRENOTAZIONI inviare email a : innamoratinapoli@libero.it indicando

– evento scelto

– nome e cognome di tutti i partecipanti

– numero di telefono di contatto

Per informazioni

Tel: 3473021515

– tel: 3473021362

-tel: 3473021295

I protagonisti ed i luoghi

Angela Luce e Maurizio De Giovanni – Palazzo San Giacomo

Carmine Aymone e Michelangelo Iossa – Largo Pino Daniele Santa Maria La Nova Massimo Andrei – Villa Floridiana

Pino Aprile – Piazza Mercato

Mirella Armiero con Teresa Leone – Palazzo Serra di Cassano

Alfonso Artiaco – Chiesa di San Pietro a Majella

Sylvain Bellenger – Museo Nazionale di Capodimonte

Giulio Baffi – Teatro San Ferdinando

Mario Brancaccio, Michele Boné e Patrizia Spinosi – Tomba di Leopardi

Armando Brunini – Castel dell’Ovo

Valerio Ceva Grimaldi – Hotel San Francesco al Monte

Riccardo Dalisi – Anna Maria Laville – Real Casa Annunziata

Rosaria De Cicco e Tano Grasso – Passeggiata Antiracket

Luca De Fusco – Teatro Mercadante

Maurizio De Giovanni – Farmacia degli Incurabili e Museo arti sanitarie

Pasquale De Laurentis – Borgo orefici (questa visita avrà luogo il 13 febbraio)

Vittorio Del Tufo – Seiano/Trentaremi

Renata Di Lorenzo – Maschio Angioino Storia Patria

Lello Esposito – Atelier e Piazza San Domenico Maggiore

Maria Roccasalva – Castel dell’Ovo

Elsa Evangelista Conservatorio San Pietro a Majella

Pino Ferraro – Convento San Domenico Maggiore Luogo di Filosofia e mostre Magna e l’Altro Ottocento

Annamaria Ghedina – Cimitero delle Fontanelle

Gino Giaculli – Lungomare Caracciolo

Mauro Giancaspro e Nadia Barrella – Museo Filangieri

Enzo Gragnaniello – Casa Murolo/ Antignano

Peppe Iannicelli – Stadio San Paolo

Costanzo Iannotti Pecci – Hotel Caracciolo e San Giovanni a Carbonara

Mimmo Iodice – Cimitero delle Fontanelle

Paolo Iorio – Il Tesoro di San Gennaro

Brunello Leone – Castel dell’Ovo

Ugo Leone – Via Partenope guarda il Vesuvio

Gennaro Marasca e Alfredo Guardiano – Castel Capuano

Annapaola Merone – Piazza dei Martiri dai Bar dei Gaga alla Colonna Spezzata e via della movida

Carlo Morelli – Chiesa San Ferdinando

Luigi Necco – Piazza Vergini

Rosanno Purchia – Teatro di San Carlo

Francesco Pinto – Centro Produzioni RAI

Aldo Putignano – Portalba

Mariano Rigillo – Cappella di Sansevero

Marina Rippa, Corrado Taranto e Gianni Durante – Forcella – Chiesa Egiziaca a Forcella

Patrizio Rispo – Catacombe San Gaudioso

Gino Rivieccio – Maschio Angioino

Martin Rua – Cimitero delle Fontanelle

Sandro Ruotolo e Giandomenico Lepore – Bus Scampia

Mimmo Sica – Teatro Augusteo e Teatro Politeama

Gianni Simioli – Rampe di Sant’Antonio

Piero Antonio Toma – Gambrinus

Pietro Treccagnoli – Tomba di Virgilio – Piedigrotta

Antonio Tricomi e Giorgio Verdelli – Galleria Umberto I

Gianni Valentino – Vergini – Sanità

Stefano Valanzuolo – Chiesa di Santa Caterina al Formiello

Maridì Vicedomini – Museo Ferroviario di Pietrarsa

a cura di Laura Scoteroni
Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
" "