Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Anget Napoli: Si è svolto nel teatro dell’ Accademia Aeronautica di Pozzuoli la quinta edizione del Premio intitolato al comandante del 79° Battaglione Zappatori del Genio Mario Fiore.

Anget Napoli: Il Premio Mario Fiore è organizzato dall’ Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori come riconoscimento a personalità illustri che si sono distinte nei vari campi della cultura e del sociale.

In data 11 ottobre il presidente dell’Associazione, il Sottotenente Adriano Esposito, ha consegnato il premio a numerosi esponenti dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica Militare; alcuni tra questi sono stati gravemente feriti nel corso delle missioni in Afghanistan come il Maresciallo Ordinario Carmine Pedata che, rivolgendosi agli studenti presenti in teatro, ha voluto loro ricordare i ragazzi del ’99, invitandoli ad un approfondimento del periodo storico in cui ha vissuto ed è morto Mario Fiore.

Cultura, Innovazione, il sociale e lo sport con la premiazione di Immacolata Cerasuolo, la nuotatrice che, dopo un incidente che le ha fatto perdere l’uso di un braccio, ha saputo ripartire vincendo due medaglie nelle Paralimpiadi del 2004. Ma soprattutto Legalità, per la quale -oltre all’ avv. Hillary Sedu (Consigliere dell’ Ordine degli Avvocati) è stato premiato il Maggiore Biagio Chiariello, Comandante della Polizia Locale di Frattamaggiore per il suo impegno sul martoriato territorio noto alla cronaca come “Terre dei fuochi”; prevenzione e controllo in accordo con le altre forze dell’ordine ma soprattutto la task force che, per volontà del Ministero,  coordina le operazioni nei comuni di Qualiano, Marano, Villaricca e Calvizzano.

L’ intermezzo musicale è stato affidato al gruppo delle Esperidi costituito da Tiziana Minervini, chitarrista e voce narrante; Miriam Scognamiglio, voce; Carla Boccadifuoco, tastiere e cori; Ludovica Muratgia batteria e pad elettronici. Grazie a loro, il numero delle donne premiate è salito notevolmente, segno che la strada per le donne è lunga, dissestata e soprattutto ancora in salita. Un grazie speciale, quindi, anche a Sorella Anna Costabile (Ispettrice del Corpo delle Infermiere della C.R.I.), ad Anna Maria Saviano (docente Tito Lucrezo Caro- Sarno), a Eliana Troise (Docente “Elena di Savoia”-Napoli), a Rosangela Capasso (Managing Director) e alla collega Luciana Esposito (Consigliere F.N.S.I.).

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi