Accedi
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
Home

Capone & BungtBangt in concerto Domenica 09 Giugno presso XXI edizione della “Valle delle Orchidee” località Gravola, in aperta montagna. Comune di Sassano – Cilento il live è previsto dalle ore 12 ed è a ingresso libero.

Dopo il lancio del nuovo singolo anti-razzista dal titolo “WhiteBlack”, e il tour nelle carceri da parte di Capone in solo, il collettivo BungtBangt torna ed esibirsi dal vivo in formazione completa.
Il prossimo appuntamento con Mr. Paradais, Maestro Zannella, Capone e Il Rosso è domenica 9 giugno a Sassano (SA) – in pieno Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, presso la bellissima Valle delle Orchidee in mezzo alla natura e nel pieno rispetto per l’ambiente.

La manifestazione, promossa dal Comune di Sassano, è un’ attività pro-ambiente e il gruppo ha aderito con entusiasmo.
“Natura, passeggiate, trekking, ma anche buon cibo e tanta musica al centro di questa edizione – ha dichiarato il Sindaco di Sassano Dott. Tommaso Pellegrino – quello che preme di più è di dare un segnale forte sul tema del riciclo e del rispetto del nostro ambiente. L’obiettivo è prima di tutto quello di dare vita ad un evento totalmente Plastic Free“.
“Per noi suonare in una manifestazione dallo spirito ambientalista – spiega Maurizio Capone – è una condizione ideale. Da vent’anni portiamo avanti in progetto che coniuga musica e sensibilizzazione per il rispetto dell’ambiente attraverso il riuso e il riciclo di materiale di risulta con il quale costruiamo i nostro strumenti per esibirci”.

I prossimi concerti:
10 giugno Arienzo (CE) – Casa Circondariale – progetto Gli Ultimi Saranno, il tour nelle carceri italiane.
13 giugno Vico Equense (Na), Meeting del CSV
21 giugno Portici (Na) – Notte al molo
24 giugno Carcere di Pozzuoli – progetto Gli Ultimi Saranno, il tour nelle carceri italiane.
10 luglio Cortile di Palazzo Reale, Napoli spettacolo “Strativari” con Solis String Quartet e Iaia Forte (in full band).
Capone & BungtBangt protagonisti al Napoli Teatro Festival 2019 con lo spettacolo “Strativari”
https://www.napoliteatrofestival.it/spettacolo/strativari/
Uno spettacolo che vuole mettere a fuoco l’immagine di una Napoli multiforme: «Vista dall’alto la città sembra una sola. Ma al viaggiatore che decida di calarsi nelle sue viscere, per attraversarla, Napoli rivela i molti strati che la compongono, sovrapposti e percepibili nella loro specificità affascinante, eppure indissolubilmente legati in un intreccio di colori, di odori, di suoni; di anime.
IL NUOVO VIDEO SINGOLO
Riaccendere la memoria per illuminare il presente, questo è lo spunto creativo che ha dato vita a WhiteBlack il nuovo brano e video di Capone & BungtBangt.
“Dedicato ai nostri nonni, forse per alcuni bis-nonni, che emigrarono dall’Italia negli anni in cui la fame li spinse a cercare fortuna oltreoceano.
“Il titolo della canzone è preso da uno dei tanti nomignoli utilizzati per offenderli, chiamandoli “bianchi neri” venivano associati agli ex schiavi africani. Uno spunto per riflettere sull’assurdo atteggiamento di chiusura e disprezzo verso gli odierni migranti e su come, in modo inspiegabile, cambiano le valutazioni e la percezione dei problemi quando riguardano gli altri”
[dichiara Maurizio Capone].
In stile old school rap il brano è stato prodotto in collaborazione con D-Ross (Luché, Fabri Fibra, Marracash, Gué Pequeno, Franco Ricciardi).
La maggior parte dei suoni sono generati da oggetti che si trovavano all’interno dello studio durante le registrazioni. La porta dello studio stesso diventa rullante, il bracciolo della poltrona, le bottigliette del caffè da asporto riciclate e naturalmente la strumentazione tipica della band come la scopa elettrica, lo scatolophon, la buatteria, solo per citarne alcuni. Un sound che si fonde con la voce di Capone che scrive un testo in italiano, napoletano ed inglese carico di ironia e sarcasmo.
Capone & BungtBangt leggono le moderne contraddizioni e colgono come sempre l’occasione per suggerire con la loro musica un modo di pensare aperto e senza discriminazioni con un linguaggio attuale ed una strumentazione innovativa.

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi