Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Performance live per l’artista napoletano Gennaro Regina e per la sua nuova opera, il quadro “L’origine del mondo bis”

La muova opera di Gennaro Regina verrà presentata durante un party molto esclusivo che si svolgerà il prossimo 7 dicembre negli spazi VP Factory.

Gennaro Regina, all’interno della vetrina del suo showroom, che si trova in Via Vittoria Colonna a Napoli, ha già offerto ai passanti una performance live che lo ha contraddistinto ancora una volta per l’originalità con cui vive e interpreta l’arte.

E’ noto che a renderlo famoso anche in America sia stata la grande tela raffigurante una sua visione del  Vesuvio. Il tema del vulcano che cinge Napoli è, in realtà, non propriamente nuovo, basti pensare al grande Andy Warhol. Tuttavia, l’interpretazione che ne fa Regina è talmente innovativa da farlo apprezzare  anche all’estero.
Il Vesuvio costituisce il suo punto di partenza. Dal vulcano egli non vede uscire la lava distruttiva, bensì il futuro,qui rappresentato da due figure, due giovani donne che, preparata la base dell’opera, compaiono in scena e vengono proiettate in alto verso il cielo e, simbolicamente, verso il domani.
Regina chiama quest’opera “L’origine del mondo bis”, facendo un chiaro riferimento al celebre dipinto di Gustave Courbet. La valenza simbolica del quadro si accentua di un ulteriore messaggio augurale: il quadro performance diventa un rito propiziatorio in vista del nuovo anno che è ormai alle porte, si trasforma in un inno alla fertilità che ringrazia madre natura per quello che ci dà, diventando una cerimonia che saluta l’anno vecchio e si prepara a quello nuovo, sperando in un 2017 fertile e vulcanico come il Vesuvio.

Da non perdere, dunque, l’appuntamento con il party di mercoledì 7 dicembre, presso il Voyage Pittoresque Factory, sito in Corso Vittorio Emanuele 682, dove ci sarà la presentazione ufficiale de “L’origine del modo bis”, opera concepita, inoltre, come copertina del calendario 2017. Nel corso dell’evento le due giovani donne, non solo modelle ma anche ballerine, faranno ritorno nel quadro.

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi