Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Il 6 maggio è stata presentata la stagione 2016/2017 del Teatro San Carlo di Napoli, con il Sovrintendente della Fondazione Teatro di San Carlo Rosanna Purchia, il sindaco e presidente della Fondazione Luigi De Magistris, Direttore artistico Fondazione Paolo Pinamonti.

Davanti ad una platea gremita di giornalisti, cittadini ed abbonati, sono stati presentati in video i protagonisti della prossima stagione che si presenta ricca di eventi in tutte le forme di espressione dell’arte: dall’opera alla danza ai concerti.

I soli numeri rafforzano lo sforzo e l’impegno del Massimo napoletano che articola l’offerta cercando di mantenere alta la qualità artistica attraverso l’attività musicale tra spettacoli operistici e di balletto, concerti sinfonici e una serie di recital e concerti di musica da camera . Giusto per farne qualcuno sono 50 i titoli diversi tra opere/balletti/concerti tra i quali 24 appuntamenti per la stagione concertistica, 18 titoli operistici, 8 per il balletto e 4 per l’Opera Festival.

Numerosi i debutti di registi cinematografici con l’Opera come Gianni Amelio con ‘Lucia di Lammermoor’ di Gaetano Donizetti e Ferzan Ozpetek  con ‘La Traviat’ di Giuseppe Verdi, Amos Gitai con ‘Otello’ di Giacchino Rossini con le scene del Premio Oscar Dante Ferretti.

Ci sono anche le nuove produzioni del Teatro San Carlo come ‘Siroe Re di Persia’ prima rappresentazione in tempi moderni, ‘Alice in Wonderland’ con le coreografie originali di Gianluca Schiavoni, e la ‘Manon Lescaut’  in coproduzione con il Teatro Liceu di Barcellona e il Palau de las Arts di Valencia.

Tra le novità di quest’anno un omaggio al ventennale della morte di Giorgio Strehler con ‘Il ratto del Serraglio’ di Mozart una produzione del Teatro della Scala e la prima rappresentazione in Italia di ‘Charodeika’ (La Maliarda) di Tchaikovsky .

Per la terza edizione del San Carlo Opera Festival la rassegna estiva che si svolgerà alla Reggia di Caserta in programma 4 titoli suddivisi in due opere e due balletti: Carmen, Il Trovatore, Soirée Roland Petit, Zorba il Greco. 

Per la stagione sinfonica il filo conduttore è Maurice Ravel del quale sono  presenti numerose opere con direttori del calibro di Daniel Oren, Fabio Luisi, Elio Boncompagni, Pascal Rophè, Marko Letonja, Alexander Briger, Eduard Zilberkant.

Tra i recital e musica da camera ci saranno nomi come Daniel Barenboim, John Osbaron, Roberto Cominati e Al di Meola con la sua band.

Tra gli eventi speciali Gaetano Manna (cantata per la traslazione del sangue del glorioso San Gennaro del 3 maggio 1788), Massimo Ranieri ‘Malìa’ con Enrico Rava, Stefano Di Battista, Rita Marcotulli, Stefano Bagnoli, Riccardo Fioravanti.

Presentato anche il primo crowdfunding civico con il progetto Meridonare la piattaforma che sostiene campagne di raccolta fondi per la cultura meridionale, con  ‘Adotta una poltrona Reale’ una raccolta fondi per ridare lustro e adeguato decoro alle poltrone del Palco Reale.

Per info: www.teatrosancarlo.it

Fonte foto di caopertina: Pasquale Fabrizio Amodeo

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi