" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Ascoltare un audiolibro, in quarantena, è la cosa più semplice che possa fare un amante dei libri.
In un susseguirsi di giorni tutti uguali e tutti ugualmente infiniti in cui il tempo si dilata e illude di poter fare finalmente tutte le cose che si sono sempre sospese e rimandate, l’amante dei libri, si scopre stanco o senza voglia. Il solo pensiero di sedersi in poltrona a sfogliare le pagine, lo allieta per poi farlo cadere nello sconforto tangibile di una concentrazione che non arriva. Si legge e si rilegge lo stesso rigo, la stessa frase. Si torna indietro di un capitolo per ricordare quanto letto precedentemente. Tutto lo distrae, tutto lo deconcentra.

La soluzione, dunque, è una. Per non lasciarsi trasportare dal fiume di noia, preoccupazione, nervosismo e paura, ci si può affidare agli effetti benefici di un audiolibro. Il fenomeno degli audiolibri, in Italia, fatica a diventare una realtà, mentre, per esempio, il fatturato dell’industria americana degli audiobooks dell’anno 2017 è pari a 2,5 miliardi di dollari.

Scopri i benefici di un audiolibro. Clicca qui e buon ascolto!

Dall’inizio del lockdown generale, Audible, Storytel e le piattaforme digitali italiane di audiolibri hanno visto, però, un aumento esponenziale del numero di download delle loro applicazioni e degli iscritti. Cercare di spiegarne il perché risulta relativamente semplice. Sia Audible che Storytel mettono a disposizione un periodo di prova gratuita che permette all’ascoltatore di ambientarsi nella nuova libreria digitale e di sviluppare un proprio metodo per avvicinarsi a questo nuovo formato di libri, poi accorgersi dei vantaggi è un processo naturale.

Ascoltare audiolibri in quarantena, è la cosa più semplice che possa fare un amante dei libri. Scopri tutti i vantaggi elencati.

I tre vantaggi degli audiolibri

Tra i vantaggi emersi dall’ascolto degli audiolibri, il primo è quello di raggiungere un pubblico vasto e differenziato. Non bisogna dimenticare che una delle principali motivazioni che hanno portato all’affermazione di questo fenomeno è proprio l’opportunità di permettere a persone che soffrono di problemi visivi di non restare fuori dal mondo dei libri.

Un secondo vantaggio è legato alla possibilità di poter affiancare l’ascolto di un romanzo, un thriller, una raccolta di poesie, anche ad altre attività. Dalla preparazione di una pietanza al giardinaggio, dallo spolverare al dipingere, basta inforcare le cuffiette e lasciarsi coinvolgere nella storia. E quando finalmente si riprenderanno i viaggi in treno, in metropolitana, le pedalate in bici e le corse al parco, gli audiolibri rimarranno fedeli compagni.

Infine, il terzo vantaggio è il relax. Dopo aver trovato il libro perfetto da ascoltare, la cui storia cattura tutta l’attenzione, dopo aver trovato anche il lettore o la lettrice la cui voce rende l’ascolto più piacevole, è d’obbligo rilassarsi. Magari chiudendo gli occhi e mettendosi comodi e, se il sonno inizia a farsi sentire, inserire lo Sleep Timer permetterà all’audiolibro di terminare  automaticamente di lì a poco.

Coloro che hanno sempre diffidato di questa nuova modalità di approcciarsi ai libri, hanno finalmente la possibilità di ricredersi.

Buon ascolto!

Fonte immagine principale/interne all’articolo: illustrazioni di Giulia Melis, Innerva
Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami