Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Ok, ammettiamolo apertamente: primavera ed autunno sono le stagioni più antipatiche quando si tratta di creare un outfit. Le temperature ballerine e l’escursione termica impongono il cosiddetto abbigliamento “a cipolla” o a strati. C’è però un escamotage pratico e glamour che puoi utilizzare per non trovarti mai in difficoltà: indossare una t-shirt. Il capo più famoso e comune in tutto il mondo. Ovviamente a seconda della stagione potrai abbinare la t-shirt con camicie, cardigan, felpe etc. Vediamo subito come creare degli outfit comodi e trendy, ideali per qualsiasi occasione. Dalla vita di tutti i giorni al tempo libero fino a contesti e situazioni più formali.

4 stagioni su 4: ecco come sfruttare al massimo la t-shirt

Il New York Times racconta che la t-shirt sia nata ufficialmente nel 1904 da un’idea della Cooper Underwear Company che la presentò sul mercato come la prima “canottiera per scapoli” realizzata in tessuto elastico, maniche corte e girocollo. Da indumento intimo a capo iconico, il passo è stato breve. Oggi è senza ombra di dubbio un must-have non soltanto per la stagione estiva. Puoi sfruttare le tue t-shirt 4 stagioni su 4. In inverno basta indossare un cardigan in lana o una felpa aperta. Ami le camicie? Puoi abbinare la t-shirt a calde camicie in flanella o in pile. Tartan e righe vanno per la maggiore. In questo caso scegli una t-shirt basic per evitare outfit da incubo. Per l’autunno i consigli restano i medesimi prediligendo ovviamente tessuti meno pesanti. In primavera via libera alle camicie e giubbini di jeans e felpe in cotone ma anche soltanto un parka o un trench. Il consiglio è avere comunque un cardigan in borsa per evitare di restare a braccia scoperte quando togli il soprabito. Occasioni speciali o formali in vista? Punta sulla coppia t-shirt e giacca. Anche il binomio t-shirt-gilet o panciotto è un’ottima idea.

Che caratteristiche deve avere una buona t-shirt?

Una t-shirt non vale l’altra. Per evitare qualsiasi tipo di irritazione cutanea e assicurarti un’ottima traspirabilità è preferibile acquistare t-shirt realizzate in cotone, meglio ancora se biologico. A differenza della fibra tradizionale, il cotone organico infatti viene coltivato senza l’utilizzo di sostanze inquinanti come pesticidi e fertilizzanti. Agenti e trattamenti chimici non vengono utilizzati nemmeno nelle fasi di lavorazione successive. Il cotone organico non viene sottoposto nè a sbiancamento nè a tintura, processi che richiedono ingenti quantità di sostanze inquinanti e metalli pesanti. Le t-shirt in cotone biologico sono infine più resistenti, durevoli e morbide. Ultimo ma non meno importante la produzione di tali capi incentiva lo sviluppo della moda sostenibile che mira a ridurre l’inquinamento ambientale prodotto dal settore ed il consumo di acqua.

Ribelle ed irriverente? Scegli Obey!

Stanca/o della solita t-shirt? Allora Obey è il brand che fa per te. L’immaginario di Shepard Farey, fondatore dell’etichetta streetwear, è fatto di soggetti e grafiche dallo stile inconfondibile. L’operazione di Farey è interessante: portare la street artist nel mondo della moda. Prima ancora di essere un punto di riferimento nella scena streetwear è infatti un writer affermato a livello mondiale. La particolarità dei capi realizzati da Obey sta nel fatto che sono dei veri e propri manifesti di denuncia. Irriverente, ribelle e provocatorio Farey combatte il sistema con t-shirt, felpe ed accessori. Obey non è soltanto grafiche eccentriche ed oversize. Per ogni collezione non mancano infatti capi basic come le t-shirt e le felpe in tinta unita con il solo logo stampato o ricamato. Approfitta degli ultimi giorni di saldi ed acquista le t-shirt ed altri capi d’abbigliamento ed accessori di Obey con sconti fino al 70% su Urban Jungle.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x