Castellammare di Stabia, il Made in Italy celebrato con le Sete di Mirù

In occasione della Giornata nazionale del Made in Italy, il Ministero delle Imprese e del Made in Italy (Mimit) ha inserito tra le iniziative di celebrazione l’esposizione della nuova collezione di sete della stilista Miriam Ruocco che avrà luogo domani,15 aprile alle ore 19.00, a Castellammare di Stabia presso l’elegante boutique salotto Mirù

C’è grande attesa per la presentazione delle ultime creazioni in seta della stilista Miriam Ruocco, caratterizzate, come sempre, da trame e realizzazione sartoriale di altissima fattura, oltre che da motivi iconografici che omaggiano le bellezze del territorio.

La Collezione Primavera-Estate 2024 di Miriam Ruocco sarà presentata domani 15 Aprile, a partire dalle 19.00, nella Giornata nazionale del Made in Italy, presso l’elegante boutique salotto Mirù (Corso Vittorio Emanuele, 105 – Castellammare di Stabia).

“È un onore essere stati selezionati tra gli eventi nazionali dal Ministero – afferma la stilista –  come ugualmente è un onore raccontare con le nostre sete emozioni antiche, cosa che cerchiamo di fare con i nostri eventi che intitoliamo Sete e Arte.”

Mirù, crocevia di arte e cultura

L’obiettivo da tempo portato avanti con grande successo della stilista è fare della Boutique Salotto Mirù un punto di incontro vitale per artisti e appassionati di cultura.

“E’ nostro obiettivo far diventare la Boutique Salotto Mirù incubatore artistico e culturale, con particolare attenzione anche ai giovani, in un connubio perfetto tra una pregiata produzione sartoriale, e la volontà di promuovere iniziative di elevata caratura culturale.” – sono le parole della Ruocco.

Un luogo, dunque, non solo dedicato alla moda, ma una vera e propria galleria dove l’arte e la bellezza si fondono in eventi memorabili. Artisti del calibro di Domenico Sepe, Riccardo Minervino, Antonio Marullo, e ancora Edmondo Tucci, primo ballerino del San Carlo e da ultimo la collaborazione con Villa Rinaldi, hanno già reso la boutique un centro di grande condivisione emozionale e culturale.

Incontri culturali in grado di esaltare i valori della bellezza e dell’arte, coinvolgendo attivamente la comunità locale e permettendo la creazione di un dialogo aperto tra artisti di diverse discipline.

Promuovere la cultura alltraverso la moda, un impegno quello di Miriam Ruocco che dimostra come la bellezza possa essere un potente veicolo di espressione e condivisione.

Appuntamento, dunque, alla Boutique Salotto Mirù (Corso Vittorio Emanuele, 105 – Castellammare di Stabia) domani, lunedì 15 Aprile alle ore 19,00 per l’imperdibile presentazione della nuova Collezione Primavera /Estate 2024.

Ti potrebbe interessare anche: Miriam Ruocco: “Attaverso le mie sete racconto le bellezze della Campania” (intervista)

(foto in copertina di Antonio Paciello)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Giro D’Italia parlano Milan e Pogacar

  Giro D'Italia dichiarazione dei due protagonisti come riportano i canali ufficiali. Parola a Tadej Pogacar e Jonathan Milan:   Il vincitore di tappa Jonathan Milan, subito...

Giro D’Italia parla Tadej Pogacar

  Giro D'Italia ha parlato ai canali ufficiali la maglia rosa: Il vincitore di tappa e Maglia Rosa Tadej Pogacar ha dichiarato in conferenza stampa: "Oggi...

Napoli, tentato suicidio nel carcere di Poggioreale, provvidenziale l’intervento degli agenti

Un detenuto italiano di 40 anni ha tentato il suicidio nel carcere di Poggioreale a Napoli. Affetto da grave depressione, era sotto stretta osservazione. La...

Monster – L’angolo del Nerd e dell’Otaku

Il giovane e brillante medico giapponese Kenzo Tenma, emigrato in Germania per motivi di studio, opera e salva un bambino gravemente ferito alla testa, Johan Liebert. Quest'ultimo e sua sorella Anna sono gli unici sopravvissuti al massacro della loro famiglia. Tuttavia Kenzo, per salvare il bambino, si era rifiutato di operare il Sindaco di Dusseldorf.  All'improvviso tutti i detrattori di Kenzo muoiono in circostanze misteriose e i due fratelli scompaiono. Nove anni dopo il dottore scopre una verità sconvolgente: Johan aveva ucciso i suoi genitori ed era stata la sorella stessa a sparargli. Inoltre il ragazzo è responsabile di una serie di omicidi in tutta la Germania. Sentendosi colpevole di aver salvato un vero e proprio mostro, Kenzo (aiutato dalla sorella di Johan, che nel frattempo ha cambiato nome) decide di cercare Johan ed ucciderlo. Il suo viaggio lo porterà a visitare l'intera Germania ancora divisa, imbattendosi in una misteriosa organizzazione, nota come 511 Kinderheim.

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA