GP di Turchia: Bottas in pole, Leclerc quarto, Hamilton e Sainz penalizzati

Nel Q1 i piloti escono tutti subito con le gomme da asciutto perché i team si aspettano pioggia già 3 minuti dopo l’inizio della sessione. Le precipitazioni in realtà arrivano ma in maniera molto minore del previsto senza andare a condizionare la prima parte delle qualifiche. Tra tempi sul giro cancellati per aver oltrepassato i confini della pista le sorprese non mancano: Mick Schumacher evita il primo taglio mentre resta escluso Ricciardo. In tutto il corso del Q2 Leclerc è stato in difficoltà, ma nell’ultimo tentativo la Ferrari manda fuori un già escluso Sainz solo per dare la scia al monegasco che alla fine riesce a qualificarsi. Nel Q3 Hamilton è il più veloce, ma Bottas partirà in pole position per la penalità del compagno di squadra. Leclerc riesce a metterla in quarta posizione e partirà terzo grazie ad un miracoloso ultimo giro. Hamilton sconterà 10 posizioni di penalità per la sostituzione di una parte del motore; Sainz invece ha cambiato tutto il propulsore e partirà ultimo. L’inglese della Mercedes realizza anche il record della pista fissando il tempo sull’1:22.868. 

GLI ESCLUSI DEL Q1

P20 Mazepin (Haas)

P19 Raikkonen (Alfa Romeo Racing)

P18 Giovinazzi (Alfa Romeo)

P17 Latifi (Williams)

P16 Ricciardo (McLaren)

GLI ELIMINATI DEL Q2

P15 Sainz (Ferrari)

P14 Schumacher (Haas)

P13 Russell (Williams)

P12 Ocon (Alpine)

P11 Vettel (Aston Martin)

GP DI TURCHIA: LE PRIME 10 POSIZIONI

P10 Tsunoda (AlphaTauri)

P9 Stroll (Aston Martin)

P8 Norris (McLaren)

P7 Perez (Red Bull)

P6 Alonso (Alpine)

P5 Gasly (AlphaTauri) 

P4 Leclerc (Ferrari)

P3 Verstappen (Red Bull)

P2 Bottas (Mercedes) 

P1 Hamilton (Mercedes)

GRIGLIA DI PARTENZA GP TURCHIA

1. Bottas (Mercedes)

2. Verstappen (Red Bull)

3. Leclerc (Ferrari)

4. Gasly (AlphaTauri)

5. Alonso (Alpine)

6. Perez (Red Bull)

7. Norris (McLaren)

8. Stroll (Aston Martin)

9. Tsunoda (AlphaTauri)

10. Vettel (Aston Martin)

11. Hamilton (Mercedes)

12. Ocon (Alpine)

13. Russell (Williams)

14. Schumacher (Haas)

15. Ricciardo (McLaren)

16. Latifi (Williams)

17. Giovinazzi (Alfa Romeo)

18. Raikkonen (Alfa Romeo)

19. Mazepin (Haas)

20. Sainz (Ferrari)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Smart home 2024: le innovazioni tecnologiche dell’anno

Smart home 2024: le innovazioni tecnologiche dell'anno. Ecco come si presenterà l'abitazione del futuro.

Il sindaco Manfredi ricorda l’impegno politico di Giacomo Matteotti

Per la ricorrenza dei 100 anni dalla morte di Giacomo Matteotti il Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi ha posizionato una corona di alloro sulla sua tomba da poco restaurata. Questo gesto serve a ricordare l'impegno politico antifascista di Matteotti.

Marco Baroni è il nuovo allenatore della Lazio

  Marco Baroni dopo Verona sposa la Lazio. Il club del Presidente Lotito dopo Sarri e Tudor cambia ancora padrone della panchina. Il dettaglio nella...

Detti napoletani: “Ll’ommo p’essere nu bbuono partito ha dda tené…”

Conoscete questo detto napoletano: "Ll’ommo p’essere nu bbuono partito, ha dda tené argiento dint’ ê cchiocche, diamante dint’a ll’uocchie, oro dint’ ê ssacche e ‘o fierro dint’ô cazone".

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA