Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Giovedì 7 febbraio debutta per la Stagione Scuole il nuovo lavoro del cantautore

con nove brani inediti scritti per l’Orchestra e il Coro del Lirico di Napoli,

dedicati al tema della Natura e alla Primavera Araba

 

In scena, Pietra Montecorvino, Fatma Said, Sonia Totaro e Alexandre Joyeux

Domenica 10 e giovedì 14 febbraio, due date per il cartellone Extra

 Ennio Ecuba firma la campagna di comunicazione

Martedì 5 febbraio, Bennato incontra gli studenti della SUN

Bennato testimonial per la Campagna sulla Bellezza di Legambiente

Le immagini fiabesche di Ennio Ecuba per “L’Amore muove la luna”, il nuovo lavoro di Eugenio Bennato scritto per il Teatro San Carlo che debutta giovedì 7 febbraio al massimo napoletano per la Stagione Scuole: l’illustratore e scenografo napoletano ha firmato su invito del San Carlo la campagna di comunicazione d’autore per la nuova opera di Bennato.  Ecuba ha realizzato sette bozzetti originali, ispirati al secondo brano di “L’amore muove la luna”, “I sette giorni della Creazione”. Le illustrazioni sono state raccolte in un pieghevole distribuito per la prima volta lunedì 4 febbraio, nel corso dell’incontro con circa trecento allievi dell’Istituto Palizzi-Boccioni di Napoli al quale hanno partecipato lo stesso Ecuba, Sonia Totaro e Bennato, il quale per l’occasione ha suonato due classici del suo repertorio: “Che Mediterraneo sia” e “Brigante se more”. Domani, martedì 5 febbraio alle ore 11.00, è in programma invece l’incontro “L’amore muove la luna. Giovani, sogni ed energie creative: Conversazione con Eugenio Bennato” presso la sede di Via Costantinopoli dalla Seconda Università degli Studi di Napoli. All’incontro partecipa anche Legambiente. Con il suo canto ambientalista di “L’amore muove la luna”, Eugenio Bennato è infatti testimonial della Campagna nazionale sulla Bellezza promossa da Legambiente e partita proprio dal San Carlo con l’allestimento “green” di Rusalka (19 gennaio 2013).  In occasione delle recite (dal 7 al 15 febbraio), Legambiente sarà presente al Lirico di Napoli con un suo corner informativo. “L’Amore muove la luna” è una favola musicale composta da nove brani per orchestra, coro e voci soliste: un racconto che parte dal Big Bang e dall’armonia della natura, e che approda alla storia contemporanea aprendo una riflessione su temi quali la questione ambientale e la primavera araba. “L’Amore muove la luna” debutterà in prima assoluta il 7 febbraio per la Stagione Scuole del Lirico di Napoli, e sarà in scena fino al 15 per un totale di sei recite più altre due date per il cartellone Extra (il 10 alle 18.00 e il 14 alle 20.30). Maurizio Agostini dirige Orchestra e Coro del San Carlo, quest’ultimo preparato da Salvatore Caputo; in scena, le voci soliste Fatma Said, Sonia Totaro e Alexandre Joyeux, con la partecipazione di Pietra Montecorvino.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications    OK No thanks