Tutto pronto in alcune città d’Italia per la festa di S.Lucia

In alcune province del Nord Italia, come Verona, Brescia e Bergamo i bambini scrivono una letterina a Santa Lucia, nella speranza che questa, in groppa al suo asinello, porti loro molti doni nella notte tra il 12 e il 13 dicembre.

Come per la Befana, prima di andare a letto, i più piccoli lasciano qualcosa da mangiare e da bere alla Santa e al suo asinello, affaticati dal viaggio.

Guai a restare svegli! Santa Lucia potrebbe accecare con la cenere chiunque provi a rivolgerle un solo sguardo.

Verona, la Festa di Santa Lucia  è particolarmente sentita e si associa a una leggenda

Secondo la leggenda, a Verona, nel XIII secolo si diffuse una grave ed incurabile epidemia di “male agli occhi” che colpiva particolarmente i bambini.

La popolazione chiese la grazia a Santa Lucia, compiendo un pellegrinaggio a piedi scalzi e senza mantello.

A causa del freddo i bambini della città si rifiutarono di partecipare al pellegrinaggio; i genitori, allora, promisero loro che, se avessero partecipato alla processione a piedi scalzi, la Santa avrebbe fatto trovare, al loro ritorno, tanti doni.

I bambini accettarono e l’epidemia fu sconfitta.

Non solo leggende

Tradizionalmente la Festa di Santa Lucia coincide con quello che si crede sia il giorno più corto dell’anno (in realtà il giorno più corto dell’anno è il 21 dicembre, non il 13) e viene visto come un evento che preannuncia l’arrivo del Natale. 

“Lucia” deriva proprio dalla parola latina “lux” che significa “luce” – le giornate diventano più lunghe (più ore di luce) dopo il solstizio d’inverno.

Santa Lucia è patrona di Siracusa, degli occhi, degli oculisti, dei ciechi e degli elettricisti.

Festeggiamenti per tutta la settimana, dal 13 al 20 dicembre a Siracusa. Quella di Santa Lucia è una festa molto sentita per la città siciliana tanto è vero che alcuni siracusani, residenti in diverse parti del mondo, tornano nella loro città natale in occasione della festa.

A Palermo, la Festa di Santa Lucia diventa l’occasione per scovare e assaggiare le arancine più buone della città.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email