Acosty stoppa la capolista al 90’

Un gol al 90’ di Maxwell Acosty stoppa la capolista che già pregustava la vittoria e la fuga solitaria in testa alla classifica.

Il Cagliari riduce a -1 il distacco dalla vetta con la vittoria sul Bari, che scivola al quarto posta sorpassato dal Novara che sembra un bolide da F1. Si rivede il Cesena mentre l’Entella aggrava la posizione del Vicenza ora quintultima.

Un gol al 90’ di Acosty gela l’entusiasmo del Crotone capolista che già pregustava la vittoria in rimonta, visto che al 30’ un goffo intervento di Cordaz regalava a Esposito l’occasione per il vantaggio del Latina. Solo nella ripresa i pitagorici riprenderanno in mano la partita, prima pareggiando al 67’ dagli undici metri con Ricci (e con il Latina in dieci per l’espulsione di Ruben Olivera), poi vanno in vantaggio all’84’ col suo bomber principe Ante Budimir che di testa mette in rete una rocambolesca azione sotto la porta dei pontini. Ma prima del fischio finale, quando già il Crotone cominciava ad assaporare la vittoria, il pareggio già menzionato di Acosty ferma la fuga della capolista.

Si porta a -1 dalla capolista il Cagliari di Rastelli che, nello spareggio tra inseguitrici, piega al Sant’Elia il Bari di Nicola. Tutto nel primo tempo, col doppio vantaggio del Cagliari firmato da Melchiori, ma il merito va alla gran botta di Salamon che Guarna non trattiene e il raddoppio di Sau arriva su un contropiede veloce. Per il Bari dimezza lo svantaggio Rosina. Nei secondi 45’ le due squadre tentano di trovare la via del gol e i padroni di casa hanno l’occasione di chiudere la partita all’85’, ma Sau vede il suo tiro dagli undici metri respinto da Guana con Cerri che manda alto con la porta spalancata.

Chi approfitta della sconfitta del Bari per salire al terzo posto è la squadra più in forma del campionato, il Novara di Marco Baroni, che travolge al Del Duca l’Ascoli nell’ anniversario della scomparsa del mitico presidente Costantino Rozzi. Apre le danze per i piemontesi, Galabinov servito da Gonzalez alla prima occasione capitatagli. In chiusura di primo tempo è Galabinov che ricambia, servendo l’assist a Gonzalez per il raddoppio degli azzurri. Ad inizio ripresa i marchigiani rimangono in dieci per l’espulsione di Almici ma riescono a ridurre le distanze su rigore di Bellomo. Ma all’89’ Nicolas Viola segna il 3-1 e mette i tre punti in cassaforte e porta il Novara al terzo posto in classifica con 37 punti.

Si ferma il Brescia, che al Mario Rigamonti non va oltre l’1-1 contro lo Spezia ancora euforico per la qualificazione in Coppa Italia, tanto da andare in vantaggio con Calaio che brucia Antonio Caraciolo e batte Minelli. Solo la stanchezza per la gara dell’Olimpico e l’ennesimo gol dell’airone Andrea Caraciolo dava il pareggio nella ripresa alle rondinelle e negava agli aquilotti di prendere tutta la posta in palio.

Si rivede il Cesena che travolge la Ternana per 4-0 con i gol di Rossetti nel primo tempo, di Kessie, nel giorno del suo compleanno, Caldara e del gioiello di casa Stefano Sensi nella ripresa. Tre punti importanti che permettono ai romagnoli di salire in classifica al settimo posto con 30 punti, un punto dietro al Pescara che nel derby dell’adriatico supera il Virtus Lanciano 2-1 con i gol di Caprari nel primo tempo e il raddoppio su rigore di Memushaj ad inizio ripresa. Inutile la rete al 56’ di Di Cecco che dimezzava lo svantaggio ma non evitava al Lanciano la quarta sconfitta in fila e il penultimo posto in classifica.

L’ultimo posto valido per i playoff lo conquista, per adesso, la Virtus Entella, che in casa aggrava la posizione del Vicenza, ora al quintultimo posto in piena zona play out, con un 4-1 che non lascia commenti. Per l’Entella segnano Pedro Ferreira con una spettacolare girata all’incrocio dei pali, la doppietta di Caputo, uno su rigore e Masucci. Inutile il pareggio di Galano su rigore per il Vicenza.

Infine da registrare l’ennesima sconfitta in casa del povero Como con l’Avellino che sblocca la partita ad inizio ripresa con un gran gol di Nitriansky. Irpini alla loro terza vittoria consecutiva e il pareggio tra Trapani e Pro Vercelli con i gol di Coronando per i padroni di casa del Trapani e il pareggio di Beretta per i piemontesi.

La B torna in campo sotto Natale con la 20° giornata che si giocherà tra mercoledi e giovedi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo successivo

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Benevento si continua con Gaetano Auteri

  Benevento la società Sannita con una nota ufficiale ha annunciato che sarà ancora Gaetano Auteri a guidare la squadra per la stagione 2024-2025. Il...

Napoli, allerta meteo per caldo

Oggi, 12 giugno, a Napoli è previsto un bollino giallo, livello di allerta 1, indicante condizioni meteorologiche che potrebbero anticipare un'ondata di calore. La situazione Napoli...

Le nuove misure cautelari in Campania per gli incendi boschivi

Dal 15 Giugno al 15 Ottobre 2024 in Campania è stato proclamato un periodo di grave pericolosità dovuto agli incendi boschivi. In vista di questo periodo sono state prese delle misure cautelari apposite.

Torre del Greco: iniziative in vista delle elezioni europee

In vista delle elezioni europee a Torre del Greco sono partite due iniziative. Rivolta verso il mare è stata installata una panchina con i colori dell'Unione Europea e sono stati predisposti degli ecobox per la raccolta differenziata.

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA