La Generazione Vincente Napoli Basket, cede alla Dolomiti Energia Trentino per 93-103

La Fruit Arena Village Palabarbuto, ancora SoldOut e la voglia di basket nei napoletani cresce sempre di più, la società Generazione Vincente Napoli Basket ha dovuto occupare anche una grande percentuale di posti riservati agli ospiti, una grande scenografia di pubblico che ha incitato e supportato i ragazzi di coach Milicic fino all’ultimo secondo.

Dalla parte della Dolomiti energia Trentino, bisogna dare merito a tutti i giocatori che anche in rotazione, hanno svolto il loro compito e soprattutto nei molteplici tentativi di realizzare tiri da 3 punti anche con un po di fortuna, ma con tanta temerarietà, hanno raggiunto una percentuale di realizzazione di circa il 52% e soprattutto scaturite da palle recuperate dalla difesa e sui rimbalzi offensivi.

La Generazione Vincente Napoli Basket non è riuscita nello stesso intento, ha subito la pressione di Trento per tutti i 3 parziali, per poi cedere nel quarto e far volare gli avversari a + 12 nel giro di poco meno di 2 minuti, un vantaggio che è risultato fatale per il risultato finale di 93-103.

Tra gli azzurri, buone le prestazioni di Ennis, Browne Zubcic e Owens tutti in doppia cifra, come sempre a fasi alterne  Pullen che comunque anche lui va in doppia cifra, per il resto tutti molto al di sotto delle loro possibilità e rendimento ordinario.

Ospiti della serata i giocatori del Napoli Calcio, Zielinski , Lobotka e Gollini che hanno ammirato  il calore e il tifo dei supporter della Generazione Vincente Napoli Basket.

Dichiarazione di Coach Igor Milicic:

“Mai come questa volta bisogna fare i complimenti a Trento, sono stati molto bravi ad approfittare di alcuni nostri errori, e ci hanno costantemente punito con il tiro da tre. Credo che lo sforzo ci sia stato, ci hanno punito anche per le nostre palle perse, ma questo è il gioco. Un’analisi potrebbe essere che nei primi tre quarti abbiamo distribuito 22 assist, mentre nel quarto quarto la palla è circolata meno, con soli due assist. Bisogna dare credito agli avversari. Alcuni dei loro giocatori hanno giocato una gran partita come il capitano Forray ed Ellis nel quarto periodo, ma insomma tutti hanno fatte cose rimarchevoli. Probabilmente hanno giocato con meno pressione, dovuta al fatto di avere delle assenze, avevano meno da perdere, ed è uscita fuori una partita in cui hanno tirato con il 52% da tre, che è un dato molto importante. Per noi la cosa più importante è analizzare la situazione, le nostre possibilità di classifica, e raggrupparci mentalmente e fisicamente per provare a finire una stagione che è già positiva, nel modo migliore. Noi abbiamo giocato in maniera incredibilmente buona nella prima parte della stagione, poi c’è stato qualche infortunio, qualche difficoltà anche durante le settimane di allenamento, che hanno portato magari a qualche sconfitta di troppo, ma credo che di questa serie di sconfitte, ci sono diverse partite come quella con Pistoia o quella con Milano che sono state perse sul filo di lana, e questo può anche generare un effetto domino, ma questo è lo sport. Credo che sia importante essere consapevoli di quelli che erano gli obiettivi all’inizio di questa stagione, e l’obiettivo di salvarsi è stato raggiunto con dieci giornate d’anticipo. Potevamo fare sicuramente meglio, soprattutto in questa parte, ma credo che abbiamo ancora una speranza, e vedremo di trovare il modo di fare il meglio possibile per raggiungerla. Questo sarebbe un obiettivo veramente grande.”

 

Dichiarazione di Pedro Llompart, Responsabile Area Tecnica Sportiva:

“Complimenti a Trento, hanno giocato una partita straordinaria con un ultimo quarto incredibile. Ci hanno punito ad ogni errore. Faccio comunque i complimenti anche ai nostri giocatori. Ci abbiamo provato, ma abbiamo avuto di fronte una squadra che ha sfruttato i momenti chiave della gara con il suo attacco. Nulla da dire. Dobbiamo continuare a lavorare a testa alta, andando a Reggio Emilia nel tentativo di vincere per continuare a coltivare il sogno dei play off.”

 

La Generazione Vincente Napoli Basket tornerà in campo domenica prossima 28 aprile giocando in trasferta contro la UnaHotels Reggio Emilia per la penultima giornata del girone di ritorno.

Il tabellino:

Generazione Vincente Napoli – Dolomiti Energia Trentino 93-103 (23-23. 53-50; 77-75)

Napoli: Pullen 13, Zubcic 16, Ennis 18, De Nicolao 5, Owens 18, Brown 15, Sokolowski 7, Lever 1, Bamba, Dut Biar, Saccoccia, Ebeling.

Trento: Ellis 8, Hubb 11, Alviti 16, Conti 3, Forray 11, Cooke Jr. 10, Diarra ne, Biligha 20, Mooney 8, Baldwin 16


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Napoli, automobilista aggredito al semaforo

Un automobilista di 57 anni a Napoli è stato aggredito al semaforo da un 26enne nigeriano dopo aver rifiutato di farsi lavare il parabrezza....

Fratta nà Corsa: una poesia lunga 10 km

Fratta nà corsa 2024, vincono Giovannelli e Nimbona

Premier League canta ancora il Manchester City

  Premier League è stata una sfida bellissima quello che ha visto protagonista il Manchester City contro l'Arsenal ma in questo contesto bisogna aggiungere il...

Quell’odore di resina, libro d’esordio di Michela Zanarella (recensione)

Quell'odore di resina, libro d'esordio della giornalista e poetessa Michela Zanarella,  pubblicato da Castelvecchi, è un romanzo che esplora i temi della violenza e della rinascita attraverso gli occhi di Fabiola, la giovane protagonista.

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA