Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

E’ qualcosa di incredibile quello che è riuscito a Froome, che nella tappa più dura di questo Giro conquista clamorosamente anche la maglia rosa, con Yates che salta alla prima salita.

IMPRESA STORICA: FROOME FA SALTARE TUTTI

Clamoroso ribaltone al Giro d’Italia 2018, con Chris Froome (Sky) che fa saltare tutte le carte in tavole e va a prendersi tappa e maglia rosa con un’impresa che resterà nella storia del ciclismo come una delle più grandi mai riuscite.

Già all’attacco della salita del Colle delle Finestre (Cima Coppi), Yates si stacca e comincia ad accumulare minuti (a fine tappa andrà fuori da ogni ambizione di classifica, arrivando con un ritardo imbarazzante), con la maglia rosa che passa virtualmente sulle spalle di Dumoulin.

In gruppo grazie all’andatura della Sky si fa subito selezione e rimangono in testa De La Cruz, Sanchez, Poels, Ellisonde, Froome, O’Connor, Dumoulin, Carapaz, Formolo, Bilbao, Pozzovivo, Bennett, Oomen, Reichenbach, Pinot e Lopez. Quello che accade a quel punto però è qualcosa che non si sarebbe aspettato nessuno: sullo sterrato del Colle dell Finestre, quando mancano circa 80km all’arrivo, parte Froome e lascia tutti sul posto.

Dumoulin, Carapaz, Reichenbach, Lopez e Pinot provano ad andargli dietro, ma devono presto arrendersi allo strapotere del keniano bianco, mentre Pozzovivo rimane imbrigliato in un gruppetto, con anche Bennett, O’Connor e Formolo, in cui accumulerà parecchio ritardo.

CEDE POZZOVIVO, TIENE DURO DUMOULIN

Il vantaggio di Froome arriva oltre i 3 minuti sul gruppo di Dumoulin ed oltre gli 8 su quello di Pozzovivo. Lopez e Carapaz, rimasti sempre a ruota degli inseguitori (che si arrabbiano per questa situazione), provano a scattare, ma Pinot e Dumoulin sono pronti a saltargli a ruota, con il francese che prova il contrattacco diverse volte, e riuscendo a staccare gli altri soltanto nelle ultime centinaia di metri.

Nel frattempo lo straordinario Froome, emozionato e orgoglioso di quanto fatto, arriva al traguardo alzando le braccia al cielo per una vittoria che rimarrà nella storia del ciclismo come una delle più belle ed importanti della storia, in quanto potrebbe portare anche alla conquista della maglia rosa, indossata oggi e che dovrà conservare domani.

Carapaz arriva 2° con 3 minuti, mentre 3° Pinot con 3’07”. Dumoulin deve accontentarsi del 5° posto a 3’23”. Pozzovivo esce dalla Top5 arrivando con 8’27”. Yates invece, a 10km dal termine veniva segnalato a oltre 30 minuti di ritardo (clamoroso). Da segnalare il ritiro di Fabio Aru dopo pochi chilometri di corsa.

Domani ci sarà la giornata decisiva, prima della passerella finale a Roma, con le ultime salite di questo Giro d’Italia incredibile, forse il più spettacolare degli ultimi anni.

Dispiace per chi non ha visto la tappa di oggi, che a tutti noi ci lascia un solo pensiero: Chris Froome è il più grande corridore di questi ultimi anni, e l’azione di oggi, fuori dalle sue corde, è una risposta importantissima e significativa a tutte le critiche e le cattiverie dette sul suo conto. Meriti il Giro Chris.

Questa la classifica generale alla fine della 19° Tappa:

1GBRFROOME ChrisTEAM SKY80h 21’ 59”0’ 00”
2NEDDUMOULIN TomTEAM SUNWEB80h 22’ 39”0’ 40”
3FRAPINOT ThibautGROUPAMA – FDJ80h 26’ 16”04’ 17”
4COLLOPEZ MORENO Miguel AngelASTANA PRO TEAM80h 26’ 56”04’ 57”
5ECUCARAPAZ RichardMOVISTAR TEAM80h 27’ 43”05’ 44”
6ITAPOZZOVIVO DomenicoBAHRAIN – MERIDA80h 30’ 02”08’ 03”
7ESPBILBAO LOPEZ DE ARMENTIA P.ASTANA PRO TEAM80h 33’ 07”11’ 08”
8AUTKONRAD PatrickBORA – HANSGROHE80h 34’ 18”12’ 19”
9NZLBENNETT GeorgeTEAM LOTTO NL – JUMBO80h 34’ 34”12’ 35”
10NEDOOMEN SamTEAM SUNWEB80h 36’ 17”14’ 18”

 

Classifica concessa da: giroditalia.it

CreditFoto: Facebook

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi