Accedi
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
Home

Gevi Napoli Basket: Esordio amaro per la GeVi Napoli Basket che  all’esordio casalingo nel girone Ovest di Serie A2 Old Wild West contro la Benacquista Assicurazioni Latina  perde per 80-85, una sconfitta che i ragazzi di coach Lulli forse non si aspettavano.

L’entusiasmo e la volontà di iniziare il campionato di A2 nel migliore dei modi, non è mai mancata agli azzurri, sia nelle parole che nell’impegno fisico. I ragazzi di coach Lulli, già dal ritiro e poi nelle prime amichevoli, soprattutto poi con l’arrivo dei due americani, hanno dimostrato un grande impegno e volontà di far bene.

Purtroppo come si poteva immagina percorso sarà più duro e faticoso, una squadra rifondata per 85% non si può pensare che macini gioco, affiatamento e velocità sin da subito, i tempi sono di certo più lunghi di come lo si immaginava, i due americani, devono amalgamarsi bene con i compagni, dismettere il loro individualismo e giocare integrandosi al 100% con tutta la squadra, ed il loro arrivo quasi a ridosso dell’inizio del campionato, non è stato proficuo per la preparazione sia atletica che tattica e conoscendo il loro valore, sono sicuro che non mancheranno di stupirci.

La società, nella persona del presidente Federico Grassi, non ha nascosto le proprie ambizioni , quelle di fare un buon campionato, puntando ai Play-off e gli investimenti fatti fino ad ora, vanno in tal senso, con il Palabarbuto vestito a nuovo, c’è una nuova energia nell’aria, l’odore del basket di serie A vaga nell’aria, tra gli spalti ed il parquet, e cresce la voglia da parte anche degli investitori e sponsor locali di stare vicino a questa società che sta tentando di riportare il grande basket a Napoli.

Veniamo alla partita, che quando si perde è sempre difficile commentare, ma bisogna essere obbiettivi e considerare un poco tutti gli aspetti che probabilmente hanno portato alla sconfitta.

In generale l’andamento della gara è stato altalenante, Latina è un osso duro e non si può allentare la tensione  abbassando la concentrazione. La squadra napoletana dovrà rivedersi e cercare di correggere i tanti errori commessi, cercando di  migliorarsi un poco alla volta e puntare a vincere quante più gare possibili, l’affiatamento tra i vari reparti e tra loro stessi soprattutto, verrà come l’apprendimento degli schemi di Lulli.

Tutti i componenti della squadra sono di livello per questo campionato e tutti hanno voglia di fare bene, credo con un po di pazienza, umiltà e rigore atletico riusciranno nel loro intento.

Come si evince anche dalle parole di coach Lulli in una nota rilasciata dalla società della recentissima conferenza stampo nel dopo gara:

«Dispiace aver esordito con un ko – ha dichiarato in un comunicato del club -. Abbiamo fatto una buona partita, nonostante un approccio non proprio perfetto. Nel secondo tempo abbiamo perso delle certezze a livello offensivo, ma siamo stati bravi a ribaltare l’inerzia con la difesa a zona. Devo dire che dobbiamo lavorare molto sull’esecuzione. Era la nostra prima partita e sappiamo che ci sarà da lavorare. Abbiamo la possibilità di riscattarci a Rieti già mercoledì. Sarà una partita totalmente differente ma non vogliamo farci trovare impreparati. C’è bisogno di una partita più solida dal punto di vista difensivo ed essere meno scolastici in certi frangenti».

In doppia cifra Chessa, Roderick, Sandri e Maonaldi, top scorer per gli azzurri Sherrod con 18 punti, mentre per Latina Mussi, Ancelotti e Raucci in doppia cifra , top scorer Pepper con 20 punti

GeVi Napoli Basket – Benacquista Assicurazioni Latina 80-85 (18-18, 30-36, 60-58)

Napoli: Spera 3, Guarino, Chessa 13, Roderick 11, Klačar ne, Dincic 3, Sandri 12, Milosevic ne, Monaldi 14, Spizzichini 6, Sherrod 18. All: G. Lulli

Latina: Musso 12, Cassese 6, Di Pizzo, Romeo 4, Pepper 20, Bolpin 9, Raucci 16, McGaughey 5, Ancelotti 13, Di Prospero ne. All: F. Gramenzi

Prossimo match  per gli uomini di Lulli sarà a Rieti contro la NPC Basket Rieti, mercoledi, per recupero della prima giornata non disputata il 6 ottobre.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi