Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Con la seconda rete in nerazzurro di Adam Ljajic, l’Inter riparte e si riprende la vetta. Ottavo 1-0 con nerazzurri superiori per tutta la partita. Paura per Melo portato in ospedale per accertamenti dopo uno scontro con Medel

MILANO – Dopo lo scivolone del San Paolo, l’Inter riparte con la sua corsa in campionato dal Genoa dell’ex Gian Piero Gasperini che ha sempre il dente avvelenato quando incontra i nerazzurri.

Per la sfida con il grifone, Mancini presenta la novità Palacio in attacco con a supporto del trio Biabiany, Jovetic, Ljajic, con Melo che riprende il suo posto accanto a Medel a centrocampo, come Telles che vince il ballottaggio con Juan Jesus sull’out sinistra, mentre sull’out opposto, D’Ambrosio -che con l’infortunio di Santon e la bocciatura di Montoya- non ha rivali. Ai loro posti il muro difensivo interista Handanovic, Murillo, Miranda.

All’Inter è mancato solo il gol nel primo tempo, giocato con grande intensità e in cui il Genoa ha badato solo a difendersi dalle giocate di Ljajic, Biabiany e compagni. Al’41’ la miglior occasione per i nerazzurri, palla che viaggia da Murillo a Telles che in crossa in corsa dove Adam Ljajic di prima intenzione chiama Perin al grande intervento in angolo. Ancora Ljajic pericoloso prima dell’intervallo ma il suo tiro finisce di poco al lato.

In apertura di ripresa due novità: l’Inter si presenta con Brozovic al posto di Melo portato in ospedale per accertamenti dopo uno scontro di gioco col compagno Medel, e il Genoa che se affaccia per la prima volta dalle parti di Handanovic che però è attento su Figueiras, mettendo in angolo. L’Inter continua a macinare gioco finche al 59’ passa col miglior uomo in campo, Adam Ljajic, al suo secondo centro in maglia nerazzurra, su punizione.

Il Genoa mette dentro l’ex Pandev in cerca del pareggio, ma Handanovic è sempre attento mentre è ancora i nerazzurri con Adam Ljajic a sfiorare il raddoppio in un contropiede fulmineo condotto con Perisic. Nel finale per l’ennesima volta i nerazzurri si trovano col uomo in meno, espulso D’Ambrosio per doppio giallo dopo che i nerazzurri si son visti annullare un gol regolare per fuorigioco e un fallo in area su Palacio non fischiato. Ultimi minuti concitati, ma l’Inter tiene e riprende momentaneamente la testa della classifica in attesa di Bologna-Napoli.

 

IL TABELLINO

INTER – GENOA  1 – 0 (p.t. 0 – 0)

Marcatori : 59′ Ljajic

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 25 Miranda, 24 Murillo, 12 Telles; 83 Melo (46′ 77 Brozovic), 17 Medel; 11 Biabiany, 8 Palacio (90′ 13 Guarin), 22 Ljajic; 10 Jovetic (75′ 44 Perisic). In panchina: 30 Carrizo, 46 Berni, 5 Jesus, 6 Dodò, 9 Icardi, 14 Montoya, 23 Ranocchia, 27 Gnoukouri, 97 Manaj.  Allenatore: Roberto Mancini

 GENOA: 1 Perin; 5 Izzo (81′ 90 Cissokho) 8 Burdisso, 3 Ansaldi; 11 Figueiras (75′ 21 Pandev), 88 Rincon, 20 Tino Costa, 93 Laxalt; 22 Lazovic (60′ 16 Capel), 10 Perotti, 13 Gakpè. In panchina: 23 Lamanna, 27 Ujkani, 4 De Maio, 16 Capel, 18 Ntcham, 38 Ricozzi, 54 Sandro, 97 Ghiglione.  Allenatore: Gianpiero Gasperini

Arbitro: Giacomelli.               Assistenti: Di Fiore, Vuoto

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi