" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Contro la Juventus, tutti bocciati i giocatori biancocelesti. Prova opaca di tutta la squadra.

Ecco le pagelle dei laziali scesi in campo

Marchetti  5.0  –  Certo che raccogliere il pallone nella propria porta dopo i primi 5 minuti di gioco sta iniziando a diventare una costante. D’accordo sull’eurogol di Gentiletti non poteva far nulla ma sul secondo di Dybala forse si poteva fare meglio.

Basta 5.0 – Perde nettamente il duello con Alex Sandro che lo costringe ad una spinta molto contenuta per evitare ripiegamenti continui. Nel secondo tempo poi, con lo juventino in calo, anziché sovrapporsi sulla fascia si accentra in mediana, sintomo di confusione di gioco, un po’ come quella che ha tutta la squadra.    

Gentiletti 4.0 – Riusciranno i nostri eroi a prendere fino a fine stagione almeno un 5.0 in pagella? Uhm, la prova è ardua più delle 7 fatiche di Ercole messe insieme. Se poi ti chiami Gentiletti, difensore dai riflessi di un 80enne allora più che impresa bisogna parlare di Miracolo. La Juventus comunque ci sta facendo un pensierino per la prossima stagione se dovesse cedere Zaza e Mandzukic (attaccanti).

Mauricio 4.0 [IL PEGGIORE] –  Fa 2 cose in tutta la partita, entrambe sbagliate e da entrambe nascono i due gol della Juventus. Che altro si può aggiungere? Tra lui, Gentiletti e Hoedt ormai Pioli fa il gioco delle 3 carte per decidere chi mandare in campo.

Radu 5.0 – Riuscire ad essere il migliore della difesa laziale non è un’impresa da annoverare tra quelle eroiche comunque almeno il compitino lo svolge e dalla sua parte la Juventus non sfonda mai (tanto con quei due fenomeni al  centro ai voglia a sfondare!).

 

Parolo 5.5 –  Il suo tiro su punizione è il più pericoloso dell’intera gara della Lazio. Peccato che Buffon lo abbia parato mentre si riallacciava uno scarpino. Per il resto poca roba, troppo poca.

Biglia 5.5 – Prova qualche lancio e recupera qualche pallone ma la squadra non lo segue e lui non ha il carisma per invertire tale tendenza. Le sue lacrime a fine gara dimostrano che il momento è davvero drammatico in casa Lazio.

Candreva 4.5 – Gioca da solo e pure da solo riesce a perdere la palla. I rumors di mercato non gli fanno bene ma sembra che sia davvero agli sgoccioli la sua esperienza in biancoceleste. (Dal 46’ Keita 5.5 – Fa qualcosa in più di Candreva ma di sicuro è aiutato dall’atteggiamento difensivo della Juventus che nel 2 tempo non affonda mai per controllare la gara. Comunque attualmente è il giocatore più “vivo” della Lazio).

Milinkovic–Savic 5.0 –  L’incredibile liscio nel secondo tempo sul delizioso tacco di Felipe Anderson farebbe invidia persino al Re dei lisci, Raul Casadei. Prende colpi su colpi da Chiellini e si ridimensiona. In calo anche lui nelle ultime gare (dal 67’ Matri s.v. – Chiamate Rai tre, un nuovo caso per “Chi l’ha visto?”)

Kishna 5.5 – Inizia in sordina poi piano piano la sua gara cresce d’intensità e sul più bello…. Sostituito! Mah! Decisione  inspiegabile di Pioli (Dal 46’ Felipe Andeson 5.5 – La sua solita gara. Un paio di lampi, una serie di errori banali, un gamberetto che fa un passo avanti e due indietro).

Klose 5.5 –  Fa tenerezza vederlo correre a recuperare palloni a centrocampo dove ci sono compagni di squadra che hanno quasi 10 anni meno di lui. La sua generosità al servizio della squadra c’è sempre, peccato che gli la data sulla carta d’identità sia un dato inesorabile che ormai indica più la strada del ritiro dal calcio che quella di una porta dove tirare il pallone.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
" "