Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Meraviglioso Newcastle United.

Una doppietta nella ripresa del bomber Papiss Cisse, regala una gioia ai tifosi del “San James” e consegna al campionato la prima sconfitta del Chelsea. Nel finale di gara Taylor viene espulso e Drogba riapre la partita, ma finisce 2-1 e Premier league riaperta.
Il Manchester City ne approfitta e batte un volenteroso Everton per 1-0.
Yaya Toure al minuto 24 su rigore porta i suoi a soli 3 punti dal Chelsea. Sara’ un caso, ma da quando la “piovra nera” ha ripreso a giocare ai suoi livelli ed a segnare, il Manchester City non riesce piu’ a perdere. La sfida per conquistare la corona sara’ bellissima fino alla fine.
Tottenham Hotspur-Crystal Palace finisce 0-0, ed in coda il QPR risorge vincendo lo”spareggio” salvezza contro il Burnley per 2-0.

Il Liverpool ci ricasca e non sfrutta il turno favorevole ad Anfield . Il Sunderland in ripresa regge e finisce 0-0.
Hull City -West Bromwich Albion:  nessuno si fa male ed anche questa finisce 0-0.
Dopo una serie di partite dove vince la noia, lo spettacolo arriva tra Stoke e Arsenal. Padroni di casa micidiali, 3 goal in 45 minuti. Con l’eterno Peter Crouch dopo pochi secondi, ad aprire le danze. Sembra finita ma l’orgoglio “Gunners” viene fuori prima con Cazorla su rigore, poi con Ramsey, ma non basta. Finisce 3-2 e Wenger passera’ l’ennesima settimana di passione della sua travagliata avventura nella storia recente del club.
Super West Ham. Gli “Hammers” piegano 3-1 uno Swansea City troppo brutto da vedere. Mattatore della giornata uno dei “sex symbol” del soccer Uk, Andy Carroll,  che realizza una doppietta per la sua gioia, quella dei suoi tifosi e sicuramente di qualche bella donna. Beato lui. Aston Villa-Leicester City finisce 2-1 con la banda Cambiasso sempre piu’ ultima.
-Monday Night-
Il posticipo del Lunedi sera mette di fronte il Southampton allenato da Ronald Koeman contro il Manchester United di Van Gaal in una sorta di sfida “Tutta Arancione”. Al St. Mary’s Stadium i “Red Devils” si presentano in emergenza totale, senza Blind ( forse out per tutta la stagione), Di Maria, Falcao. Con Mata ad inventare per Van Persie e Rooney.
Beh, si parlava di Olanda e Van Persie dopo 15 minuti porta i suoi in vantaggio sfruttando un regalone della difesa dei “Saints”. I padroni di casa “caricano” e borseggiano palla sulla mediana a Fellaini, ne nasce una carambola e Pelle’ fa 1-1. Per “Italian goal machine” e’ un ritorno al goal che mancava dal 18 ottobre , dalla Goleada contro il Sunderland.
La ripresa inizia con un solo tema tattico. Saints a correre e pressare, Diavoli a difendersi. Minuto 70. Punizione Rooney, cross sul secondo palo e Van Persie con un esterno beffardo si inventa un super goal e fa espodere il settore ospiti dei “Rossi” questa sera in maglia blu. Minuto 76, grande girata di Pelle’, ma De Gea e’ bravissimo e si rifugia in calcio d’angolo.
I padroni di casa sembrano stanchi e lo United riesce a controllare la partita facendo girare bene il pallone. Finisce 1-2, che dice Diavoli in ripresa e terzo posto in classifica, mentre per il Southampton, terza sconfitta di fila che dice : Sogno europa vivo, ma bisogna invertire il cammino e tornare a fare punti.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi