Napoli City Half Marathon 10^ vincono Muktar Edris e Angelika Mach

Quasi 5mila atleti impegnati questa mattina nella 10^ edizione della Napoli City Half Marathon.

La gara ha subito decretato i vincitori che sono stati al passo di 2’57” fino al 10° km – il trio costituito dall’etiope Muktar Edris, il francese Mehdi Frére e il keniano Dennis Kibet Kitiyo.

Primo attacco del campione mondiale Edris al passaggio del 13° km dove Kitiyo è transitato con 23” di ritardo lasciando Frére a vedersela con Edris che non ha disatteso le anticipazioni.

Edris ha, infatti, tagliato il traguardo in 1h00’27” (2’51”/km) con 16” di vantaggio sul francese Mehdi Frére, secondo in 1h00’43”. Terzo il keniano Kitiyo che ha chiuso la gara  in 1h02’31”.

Gli azzurri

Nella gara degli azzurri Nekagenet Crippa (CS Esercito) ha chiuso la gara in 1h03’00” (2’59”/km), crono che gli è valso la sesta posizione assoluta.

Hanno gareggiato spalla a spalla fino al 13° km Stefano La Rosa (CS Carabinieri), Giuseppe Gerratana (CS Aeronautica Militare) e, leggermente più indietro, Xavier Chevrier (Atl. Valli Bergamasche Leffe).

La Rosa ha poi importo un ritmo leggermente più alto che gli è valso il traguardo in 1h04’35” con qualche secondo di anticipo su Gerratana che con in 1h04’48 completa il podio azzurro.

Podio rosa

La gara femminile è stata più movimentata con la bulgara Militsa Mircheva che si è subito messa in testa passando al 10° km in 33’31” (3’21”/km) con un distacco di 14” sulle inseguitrici, costituite dalle azzurre Anna Arnaudo (Battaglio CUS Torino Atl) e Rebecca Lonedo (GS Fiamme Oro Padova) a la polacca Angelica Mach.

Cambio di marcia al 13° km dove la Mircheva viene tallonata dalla Mach e a soli 3” resiste la Lonedo. La gara si accende ma a spuntarla, con un solo secondo di vantaggio, è la Mach che ha tagliato il traguardo in 1h12’34” (3’26”/km) tallonata dalla Mircheva, seconda in 1h12’35” dopo una avvincente volata finale. Terza assoluta e prima italiana Rebecca Lonedo (GS Fiamme Oro Padova) in 1h14’05” subito seguita da Federica Sugamiele (Caivano Runners) in 1h14’10”. Più staccata l’altra azzurra Anna Arnaudo (Battaglio CUS Torino Atl) che chiude il podio italiano con il crono di 1h15’02”.

Carlo Capalbo: “Napoli si è presentata vestita di una luce straordinaria”

“Siamo molto soddisfatti di come si è svolta la manifestazione” – ha detto il Presidente di Napoli Running Carlo Capalbo. “Napoli si è presentata vestita di una luce straordinaria, e non mi riferisco alla sua bellezza ma al fatto che il popolo è sceso in strada e ha aperto il suo cuore abbracciando calorosamente quasi 5mila runner, è questa la misura del nostro successo. Cresceremo sempre più, continueremo da qui a guardare alla Napoli che si proietta tra le capitali mondiali del podismo” ha aggiunto. “Ringrazio tutti quanti hanno corso, hanno applaudito, hanno lavorato a questo evento, soprattutto i volontari che riescono a gestire una immensa mole di lavoro, sempre con il sorriso”, ha concluso.

Napoli è pronta per crescere sempre di più. La città ha risposto positivamente, tanta gente era sul percorso a sostenere gli atleti, è bello dare al mondo intero una immagine di Napoli sportiva, Napoli inclusiva” – ha detto l’Assessore allo Sport Emanuela Ferrante.

Family Run & Friends

Ben 700 i runner, i walker, famiglie e bambini che ieri, sabato 25 febbraio, hanno partecipato alla Family Run&Friends.

Presenti anche 150  cagnolini con tanto di pettorale per una splendida festa del running, del benessere, dello stare insieme in maniera sana e divertente.

Appuntamento alla prossima edizione che si preannuncia esser ancora più spettacolare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

San Giorgio a Cremano, morta 41enne. Stava accendendo il barbecue. Troppo gravi le ustioni

La donna era ricoverata da mercoledì scorso al Cardarelli di Napoli con ustioni di secondo e terzo grado su tutto il corpo. La tragedia è avvenuta a San Giorgio a Cremano in un'abitazione di Via Manzoni

Tragedia a Castellammare. Morto 19enne di Boscoreale

Scontro tra un'auto e una moto. L'impatto è avvenuto a Castellammare in via Ripuaria. Inutili i soccorsi per il 19enne

Galleria Umberto I: a quasi 10 anni dalla morte di Salvatore Giordano

Nel 2004 il giovane Salvatore Giordano perse la vita, una medaglia a valore civile la proposta

Francobollo dedicato a Mike Bongiorno

Nel centenario dalla sua nascita, emesso dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy un francobollo dedicato a Mike Bongiorno.

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA