Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
4 3 Voti
Vota Articolo

Osteria Sorrentino è un nuovo concept lanciato dallo Chef Luigi Sorrentino, che propone piatti della tradizione con ingredienti di qualità e sempre di stagione.

A Gragnano, in un momento molto particolare della vita mondiale, a causa dei noti motivi legati alla pandemia in atto, apre un’attività ristorativa che propone un concept tutto nuovo per la Città della Pasta.

L’Osteria Sorrentino nasce per soddisfare i palati più fini con prodotti genuini, cucinati come tradizione comanda, seguendo le stagioni dell’anno e dunque prediligendo la qualità di tutto l’insieme. I clienti potranno mangiare i piatti dell’Osteria Sorrentina in varie formule; ce lo facciamo raccontare dallo Chef Luigi Sorrentino.

Luigi Sorrentino è uno chef gragnanese doc, che ha iniziato a lavorare a 13 anni in cucina e dopo aver girato le cucine di mezza Italia, da nord a sud, a 33 anni è divenuto chef dell’Anna Belle Elegant AgriResort di Sorrento; oggi, a 35 anni, a due anni dal rientro nel suo territorio, ha inaugurato il 13 febbraio 2021 il suo nuovo progetto a Gragnano, che porta il nome della sua famiglia a cui è molto legato, appunto Osteria Sorrentino.

Immagini Osteria Sorrentino

Le foto sono ad opera del fotografo Gianni Cesariello @diritti riservati

Intervista allo Chef Luigi Sorrentino

Osteria Sorrentino: Salumeria, Cucina, Gastronomia. Come nasce l’idea della tua Osteria?

L’idea nasce con mia moglie Rosa, perché entrambi abbiamo la passione per il buon cibo tradizionale ed amiamo i salumi ed i formaggi. Poi, mi piaceva l’idea di creare qualcosa nel paese in cui sono cresciuto e dove c’è tutta la mia famiglia, ecco perchè Osteria Sorrentino.

Sei da solo in quest’avventura?

Con mia moglie Rosa e molti amici che mi sostengono.

Scelgo di mangiare all’Osteria Sorrentino perchè il suo piatto forte è?

Dicono che mi viene bene la genovese, ma anche il ragù napoletano e la pasta fresca.

Tradizione, innovazione o entrambi? Cosa si deve aspettare un cliente dall’oste Luigi?

Tradizione, principalmente, e sicuramente di qualità. Dai taglieri di salumi e formaggi ricercati al dolce e tutto fatto in casa.

Continuerai la tua collaborazione con l’Anna Belle Elegant AgriResort di Sorrento?

Sì, perchè la proprietà ha grande stima di me e mi ha concesso di intraprendere questo nuovo progetto di cui era a conoscenza, e per questo mi affiancherà nuove figure professionali in modo da consentirmi il lancio di Osteria Sorrentino a Gragnano.

Quale formule sono previste per chi sceglie l’Osteria Sorrentino?

Chi entra all’Osteria Sorrentino avrà a disposizione un banco caldo con pietanze realizzate tutte le mattine,  e troverà piatti pronti, contorni che saranno ovviamente di stagione, come broccoli, scarole, polpette al sugo, facciamo delle scaloppine delle cotolette, uno spezzatino di manzo, braciole di maiale, ragù classico, genovese, cannelloni, crespelle e possono scegliere quella da mangiare e poi tutti i giorni, sempre a pranzo, possono trovare il business lunch, cioè due portate che sceglieremo noi o decideremo insieme al cliente al momento, o un antipasto e un primo o un primo un secondo, a soli 10 Euro con una bottiglina d’acqua e un calice di vino.

Quando ci sarà la possibilità di riaprire la sera o a pranzo, ma solo su prenotazione, faremo un menù alla carta o di degustazione, con due formule, quella “mare” a 30 Euro, escluso bibite, e quella di “terra” a  25 Euro, escluso bibite, composte entrambe da 4 portate più dolce compreso.

Siete anche salumeria…

Sì, con la salumeria abbiamo alzato un po’ l’asticella rispetto al comune salume che si trova nei supermercati, questo vale sia per i i salumi che con i formaggi. Abbiamo ricercato i salumi e i formaggi da proporre, quindi il cliente può venire da noi e fare tranquillamente un panino alla piastra con i salumi e formaggi che abbiamo al banco.

Per esempio abbiamo il White Cheddar, che non si trova tutti i giorni, per far capire anche ai clienti che il cheddar non è necessariamente arancione come si vede di solito nei vari fast-food, ma è bianco che poi può assumere una forma stagionata. Ad esempio, ci sono anche cheddar con presidio Slow Food che, attualmente noi non abbiamo preso ancora, che però in un prossimo futuro potrete trovare.

Luigi, non posso non chiederti dell’aperura in piena pandemia e ti do atto che questo è un atto coraggioso ed ambizioso…

Sì, la paura ci sta ovviamente, però si va avanti perché crediamo tanto in questo progetto che è stato pensato ed ideato da me e Rosa circa 2 anni fa, abbiamo impiegato tempo per progettare, per fare tutte le cose che andavano fatte, per trovare il luogo adatto, alti e bassi non sono mancati. Però, noi ci crediamo, perché l’unica cosa che sappiamo fare è questa, ossia cucinare e cercare di fare del buon cibo per soddisfare chi ci sceglie. In albergo quest’estate ho lavorato solo tre mesi e quest’anno non si sa se le stagioni partono o meno. Io sono uno stagionale e lavoro 7-8 mesi all’anno e nessuno ci aiuta. Allora, così facendo puntiamo a lavorare, per ora a pranzo, e poi in base ai prossimi DPCM. Come come si dice… “Chi non risica, non rosica e chi vivrà, vedrà!”.

Poi, io credo anche in un altro aspetto del nostro format, ossia il fatto che oggi a Gragnano, questo tipo di attività non c’era ancora, soprattutto per quanto concerne il Business Lunch.

Ringraziamo lo Chef Luigi Sorrentino e facciamo un grosso in bocca al lupo all’Osteria Sorrentino e a tutto lo staff.

Print Friendly, PDF & Email
4 3 Voti
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x