Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

Juve Stabia vs F.Andria: Un anno fa

, la Juve Stabia parte bene, poi si spegne nel secondo tempo:

Una Juve Stabia che gioca bene per 45 minuti. Poi è solo Fidelis Andria.

Juve Stabia-Fidelis Andria.
Le vespe propongono il solito 4-4-2 con Gomez a guidare l’attacco. Zavettieri rinuncia come da copione a Bombagi e Celin. La Fidelis invece risponde con il 3-5-2 ma D’ Angelo deve rinunciare a Kristo. Il nuovo acquisto Garcia va in panchina.

La Cronaca

Primo tempo. Dopo 20 minuti da noia totale, Bisoli inaugura le azioni da goal con un bel tiro dalla distanza. La miccia fa esplodere la partita. Al 24′ Nicastro si rende pericolo con un colpo di testa. La Juve Stabia su carica e le vespe si prendono il centro del ring. Liotti sugli sviluppi di un corner, bissa l’errore di Benevento mancando da due passi il tocco deciso. Altro giro, altra occasione per le vespe con Contessa che direttamente dalla bandierina prova ad imitare Recoba ma la sua conclusione finisce sotto la traversa. Sulla respinta, Obodo manca l’appuntamento con il goal. La Juve Stabia carica e le vespe vengono premiate al minuto 35: Liotti lancia, Arcidiacono si traveste da Batistuta con tanto di esultanza e fa 1-0. Un gran tiro al volo per Biccio. Le vespe provano a chiudere il conto pochi minuti dopo con Gomez ben servito da Nicastro ma la punta grazia Poluzzi in uscita. Dopo tanta Juve Stabia esce con prepotenza la Fidelis e Piccinni sul ” The caldo” , colpisce una traversa a Polito battuto. Finisce 1-0 un primo tempo frizzante e divertente.

 

Secondo tempo. La ripresa inizia a forti tinte bianco- azzurre. Piccini prova un bel tiro dalla distanza. Primo squillo Juve Stabia è targato Contessa che su punizione prova a spaventare Poluzzi. La Juve Stabia esce dalla scena e sale in cattedra Grandolfo. Polak lo dimentica al minuto 58 e la punta pareggia. Il goal carica a molla i leoni che vanno due volte vicino al vantaggio ancora con lo scatenato Grandolfo. Al minuto 80′ segnali di ripresa di Juve Stabia che con Gomez prova a rendersi pericolosa.
Minuto 87. Monologo Andria. Tartaglia sugli sviluppo di un piazzato fa correre i brividi lungo la schiena dei tifosi delle vespe ma a proposito di grandi paure da rivedere l’ azione della Fidelis al minuto 89: Bisoli calcia, Polito para, Grandolfo spara alto praticamente a porta vuota.
90+4. Gomez prova dalla distanza ma non va. Finisce 1-1 con una Fidelis che avrebbe meritato maggiore fortuna

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi