Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Emanuele Vitali, Zughemmo, a Genova il Ludocafè che concilia cultura genovese e gioco

A Genova Rivarolo si può trovare Zughemmo Ludocafè, un locale che offre ai suoi clienti la possibilità di conciliare il piacere di rilassarsi a un bar tradizionale con quello di poter trascorrere delle ore divertendosi giocando. Sì, perché quest’innovativo mette a disposizione dei visitatori una vasta gamma di giochi da tavolo, di società e di ruolo per tutti gusti e per tutte le età. Gradualmente l’iniziativa sta crescendo e si sta ampliando, grazie anche ad eventi e serate ad hoc che spesso vengono organizzati dai responsabili . Abbiamo contattato Emanuele Vitali, titolare di Zughemmo, che in quest’intervista esclusiva ci ha parlato nel dettaglio del suo bar-ludoteca

Emanuele come nasce l’idea di avviare questo progetto?

” L’idea di questo progetto non è stata la mia, ma è partita dal mio ex datore di lavoro Giulio Raiola che insieme ad altri due soci ha ideato questo posto come idea innovativa, come progetto per aiutare la gente del quartiere al gioco da tavola. Sono subentrato tre anni fa come dipendente insieme a Willi che è il mio attuale socio e quando Giulio si è dovuto ritirare per cambiare il suo stile di vita ha lasciato a noi le redini di Zughemmo e noi da un anno esatto abbiamo preso in gestione il posto e continuiamo con nuove idee, cerchiamo sempre di rinnovarci”

 

Qual è il riscontro che state avendo dalla clientela?

” I clienti sono contenti di venire qua a passarsi le serate, si divertono, è proprio bello entrare in sintonia con loro perchè vuol dire che nel tuo piccolo riesci a metterti in linea con loro, mi fa molto piacere farli divertire a giocare”

 

Come mai questa scelta e da quanti anni ti dedichi a ciò?

” Come ti dicevo prima la mia passione per il gioco da tavola è legato alla mia infanzia, noi bimbi ci appassionavamo e quindi questa passione m è rimasta e quando sono stato assunto qui dentro per caso, venivo qui come cliente poi avevano bisogno e mi hanno assunto perchè all’epoca ero disoccupato”

Perché la ludoteca si chiama “Zughemmo ludocafè? 

“Zughemmo è una parola genovese che vuol dire giochiamo, e l’ex proprietario ha deciso questo nome per legare la cultura genovese al gioco”

In che giorni è aperta Zughemmo Ludocafè?

“Noi siamo aperti tutti i giorni a parte il lunedì,apriamo sempre il martedì, il mercoledì, il venerdì e sabato fino l’una e il giovedì e la domenica fino le 19”

Quali sono gli obiettivi di Zughemmo Ludocafè?

“Gli obiettivi è quello di diventare un centro di aggregazione in  cui la gente si sente al proprio agio e prende contatto con  i giochi che non sono come nel telefonino che ti isolano, proprio dei giochi aggregativi che permettono alla gente di vedersi in faccia, di conoscersi”

Che cos’è per te Emanuele la creatività?

Per me la creatività non so cos’è, ma qui dentro mi sento creativo, un pò qui dentro faccio da giullare ma è tutto volto a quello che dicevo prima all’aggregazione e per me è fonte di creatività e tutta la mia creatività in questo posto è creare divertimento,voglio vedere il sorriso alla gente”

 

Quale fascia di età possono prendere parte in ludoteca?

Il bello di Zughemmo è completamente eterogeneo, potete trovare bambini, studenti, poi ci sono i giocatori assidui che sono di tutta l’età dai 20 ai 60 anni, e poi anche le famiglie persone adulte con le famiglie, poi ci sono anche gli anziani, quindi la gente di Zughemmo è completamente eterogenea

Quali giochi disponete a Zughemmo Ludocafè?

Abbiamo i partigame per farsi due risate, i giochi da bimbi che insegnano giocando, poi abbiamo giochi più complessi per i giocatori più assidui che durano anche delle ore molto cervellotici, abbiamo giochi meno complessi. Organizziamo serate tematiche, giochi a temi di solito il sabato sera”

Di quanto personale disponete?

” Il personale c’è il mio socio Willi e io sono il gestore che mi occupo di gestire di eventi “

 

Quali sono i vostri progetti futuri?

” I nostri progetti vogliamo continuare, l’unica cosa ci traslocheremo da qui dove siamo ora, ma ancora non possiamo dare ulteriori dettagli però comunque rimarremo nella valpolcevera”

Grazie Emanuele di questa bella intervista!

Grazie a te Patrizia sei meravigliosa, ci vediamo da Zughemmo!

 

 

Patrizia Gallina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi