Alfredo Di Stéfano la Saeta Rubia

Alfredo Di Stéfano la Saeta Rubia

Alfredo Di Stefano nel calcio che oramai non esiste piu’, negli anni del bianco e nero ha rappresentato un pezzo di storia importante. Ricordate la canzone “Gli Anni” di Max Pezzali? Quella degli anni dorati del Grande Real, in questo ragionamento canoro la storia della ” Saeta Rubia” fa sicuramente parte di un capitolo importante.

Stiamo parlando del Real Madrid ed essere considerato il piu’ forte o uno dei piu’ forti della maglia bianca e’ un onore in un team di blasone mondiale. Professione attaccante, “Don Alfredo” chiamato anche cosi insieme alla “Freccia Bionda” ha segnato nel corso della sua carriera carovane di goal. 308 reti solo con il Grande Real. Con Ferenc Puskás ha accesso i sogni di molti tifosi in giro per il mondo, si perchè questa leggenda non era solo un patrimonio del calcio Argentino o Spagnolo ma di tutto il calcio mondiale. Ha iniziato con il River Plate a consacrasi nel calcio importante arrivo’ in Spagna nel 1953. Per lui anche una esperienza a fine carriera alla corte dell’Espanyol.

Vanta di aver alzato 5 Coppe dei Campioni, poi 13 campionati tra Argentina, Colombia e Spagna,anche perche’ ha avuto una esperienza importante anche nel Deportivo Los Millonarios, tanti trofei individuali e due palloni d’oro nel 1957 e nel 1959. Ha poi iniziata una lunga carriera di allenatore, Boca Juniors, River Plate, Valencia e Real Madrid dove ha vinto molto insomma una leggenda nella leggenda oramai entrata nei libri di storia. A Di Stéfano è intitolato anche lo stadio del Real Madrid Castilla, la squadra riserve delle Merengues. Si e’ spento nella sua Madrid nel 2014 ma questo campione e’ una leggenda che verra’ raccontata e tramandata nel corso della storia del calcio come succede per gli Dei del pallone.

Foto Wikipedia

Leggi la storia del pallone d’oro

Foto Wikipedia

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Come prepararsi a un viaggio in Lapponia: abbigliamento e accessori da mettere in valigia

Ci sono viaggi che tutti sognano di fare almeno una volta nella vita. Il motivo è legato al fascino delle destinazioni, terre sospese tra...

Meglio guardare la partita o fare un’escursione sul Sentiero degli Dei? (video)

Qualche settimana fa ci siamo trovati di fronte ad un dilemma: "Meglio guardare la partita di calcio della Nazionale Italiana o fare una passeggiata/escursione sul Sentiero Degli Dei, tra Agerola e Nocelle?"

A Salerno inizia il programma “Mare Azzurro”

A Salerno inizia un programma di pulizia della zona balneare e del lungomare della città. Inoltre i cittadini potranno inviare segnalazioni in caso di problematiche.

Cos’è il Programma GOL?

Il Programma GOL è una nuova opportunità che viene proposta alle persone disoccupare per trovare un'occupazione. Il Programma GOL, Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori, viene finanziato dall'Unione Europea.

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA