Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

“Non riusciamo a essere sufficientemente chiari evidentemente. Barella rimane, lo ha ribadito a più riprese il presidente in tempi non sospetti. Nicolò va a mille in tutti gli allenamenti, sta bene qui, abbiamo degli obiettivi e per i prossimi sei mesi almeno non vogliamo che si muova”.

Queste virgolettate sono le dichiarazioni prima della gara di Coppa Italia di ieri sera Mario Passetti, Direttore Generale del Cagliari Calcio.

Chissà se verranno recepite o no.

Intanto il Chelsea vira verso Leandro Paredes ex Roma, argentino dello Zenit San Pietroburgo.

 

Ora, con tutto il rispetto, da Barella, promessa del calcio italiano, a Paredes, scarto della Roma, evidentemente Maurizio Sarri, ex allenatore del Napoli vede le qualità che possono portare una miglioria al centrocampo dei blues londinesi.

Poi, che riescano a far digerire il mal di pancia di Higuain portandolo a Londra dopo tutte le dichiarazioni dei vari dirigenti del Milan non si sa, ma quello che è chiaro che il così detto “Pipita” non sia così entusiasta di rimanere in Italia, sponda Milan.

 

Intanto dopodomani a Jeddah c’è la Super Coppa Italiana.

Diretta su RAI UNO alle 18.15

Si, a Jeddah, in Arabia Saudita.

L’idea di far disputare alcune grandi partite all’estero per fare soldi sta sorvolando le menti dei dirigenti di alcune tra le Società più blasonate del Continente Italico.

 

 

Si spera, soprattutto per i tifosi, che tali rimangano, ossia idee.

 

CAG-ATA

Si è ironizzato, e non poco, sulla scritta televisiva, che di solito è in alto a sinistra sui teleschermi, su questa partita, tanto che la RAI ha deciso di andare oltre e cambiare in CAG-ATL in modo da ovviare a quella parolina tanto sgradevole.

LA PARTITA, Ottavo di finale di Coppa Italia TIM 2019

L’Atalanta di Gasperini ha praticamente dominato quasi tutta la gara, il portiere ospite si è limitato al compitino, mentre al contrario, Cragno, è stato in assoluto il protagonista con almeno tre parate incredibili che lo innalzano sempre più in alto nella classifica di gradimento dei portieri italiani; prima o poi arriverà la proposta indecente per il ragazzo di Fiesole e non è Barella, ossia non è natio di Cagliari, per cui forse non ci vorrà molto per portare alla corte di qualche squadra, anche straniera, il portiere.

Lo vedrei bene in Premier League, magari al Chelsea. (Ironia portami via!).

 

Si ringrazia il Cagliari Calcio per l’accesso alla Tribuna Stampa nella persona dell’Addetto Stampa Paolo Vallone

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi