Accedi
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
Home

Il Napoli ha uno scopo in questa Champions: passare il turno. E se la vittoria contro il Liverpool è stata perfetta, il pareggio contro il Genk ha rimesso tutto in discussione. La squadra di Ancelotti, dal Cagliari fino alla ssota, era quasi allo sbando.  Poche idee, molta confusione, soprattutto a centrocampo. Perché se l’attacco tutto sommato funziona, la difesa non prende gol da tre partite, il centrocampo non fa più da collante fra i reparti.

La vittoria col Verona ha riportato un po’ di entusiasmo e soprattutto ha permesso a Milik di sbloccarsi in campionato. Ma il Salisburgo non è suqdra da sottovalutarte, come dimostrano i tre gol presi dal Liverpool. Va detto che questo potrebbe essere un vantaggio, infatti gli azzurri difficilmente sottovaluteranno gli avversari. E’ nella terra natia di Mozart servirà veramente il miglior Napoli. E chissà che l’inseriemnto di Koulibaly fra i trenta finalisti per il pallone d’oro non sia uno stimolo pe ril difensore senegalese.

Ancelotti, che comunque in conferenza ha spiegato di avere le idee chiare, ha tanti dubbi di formazione. Tuttavia, dato che si dovrebbe andare verso il centrocampo classico – ovvero con Callejon, Zielinski, Fabian Ruiz e Allan – la sensazione è che a partire titolare possa essere Mertens. A quel punto Milik, Lozano, Llorente e Insigne inizierebbero dalla panchina nonostante dei buoni motivi per scalare le gerarchie del tecnico. Ma il polacco è in vantaggio su tutti.  In difesa scelte obbligate dati gli infortuni di Hysaj, Ghoulam e Mario Rui.

Ancora imbattuto il Salisburgo in campionato, primo in campionato. Marsch proporrà il suo solito 4-4-2, modulo che lo accomuna ad Ancelotti. Fra i pali ecco Stankovic, davanti a lui Kristensen a destra, Onguené e Wober come centrali e Ulmer sulla fascia sinistra. Minamino e Szoboszlai pronti sugli esterni, mentre la coppia d’attacco sarà guidata da Hwang e il giovane Haaland.

Di seguito le probabili formazioni: Salisburgo (4-4-2): Stankovic; Kristensen, Ongue’ne’, Wober, Ulmer; Szoboszlai, Junuzovi, Mwepu, Minamino; Hwang, Haaland.

Napoli (4-4-2): Meret; Malcuit, Manolas, Koulbaly, Di Lorenzo; Callejon, Allan, Fabian, Zielinski; Mertens, Milik.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi