" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Ghirelli – Il calcio sta attraversando un periodo molto brutto con la situazione del Covid-19 e non è da meno la serie C. Di questa situazione, ne abbiamo parlato con il Presidente Ghirelli. Tanti argomenti trattati con lui e di come si sta muovendo lo sport per un eventuale ripartenza.

L’INTERVISTA A GHIRELLI: 

1) Presidente, quali saranno le condizioni se il campionato riprenderà? 

”Ci stiamo lavorando anche perché siamo stati i primi a rinviare le partite con Piacenza-Sambenedettese. Abbiamo poi detto a molte squadre di non presentarsi, perché sarebbe arrivato il comunicato. Dispiace per questa situazione e sarebbe un peccato non avere spettatori”.

2) Cosa si può fare per ripartire?

”Questo maledetto virus non distingue tra giocatori di Serie A, B, C fino  alla terza categoria. Il protocollo sanitario prevede una serie di passaggi che verranno discussi con i ministri domani. Bisogna spostare tutto in avanti, in modo tale che il virus perda la sua potenza. Bisogna stare ai protocolli altrimenti diventa difficile giocare per noi“.

3) In caso di stop, le prime tre vanno in serie B più un eventuale quarta? 

“Preferisco mantenere il silenzio. Deciderà l’Assemblea di Lega Pro. Noi ci interessa trovare delle soluzioni per il bene di tutti. Mettere d’accordo tanti club è impossibile perché ognuno ha le sue ragioni e non ci va andare incontro ai ricorsi. Vedremo”.

4) La quarta in B con il sorteggio? 

“Ripeto, non voglio dire una parola su questo fattore per rispetto dell’Assemblea. Le dico già, che due club si sono opposti”.

5) Blocco di promozioni dalla D alla C?

”Glielo dico chiaramente che è una cretinata. Non capisco perché mettere in giro queste informazioni false. Si sta rischiando di tartassare delle società che sono molto disperate e non è giusto”.

6) Come sarà la prossima serie C 2020/2021? 

“Questo non lo possiamo sapere anche se si rischia di perdere qualche squadra a livello economico. Preferisco pensare positivo e fare ripartire i pulmini dove si va a prendere i giocatori e portarli al campo sportivo. Chiedo l’interventi del Governo, affinché si trovi soluzioni per il bene di tutti”.

 

Leggi altre news:

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami